Martedì 29 Maggio 2012

Scuole bergamasche, «tutto ok»
Protezione civile pronta a partire

In seguito alle due violente scosse di terremoto avvertite anche in provincia di Bergamo, l'assessore all'Edilizia scolastica Roberto Anelli segnala che non ci sono particolari criticità all'interno delle scuole bergamasche. «Tuttavia sono arrivate alcune segnalazioni da parte di presidi che sono già state verificate. I controlli continueranno domani (mercoledì) in tutti gli edifici scolastici della provincia con la collaborazione di 8 ingegneri tecnici specializzati in verifiche strutturali».

«Confermo a mia volta che la situazione in provincia di Bergamo è sostanzialmente tranquilla, non ci sono particolari criticità, salvo situazioni specifiche - assicura l'assessore alla Protezione civile Fausto Carrara -. Anche dai sindaci non sono arrivati particolari avvisi di disagio, ma in ogni caso tutte le segnalazioni verranno verificate».

Per quanto riguarda il soccorso alle popolazioni terremotate dell'Emilia, l'assessorato provinciale è in contatto continuo e coordinato con Prefettura, comando provinciale vigili del fuoco, Asl e Regione Lombardia,  «in particolare con l'assessore regionale alla Protezione civile Romano La Russa, al quale ho dato disponibilità immediata per qualsiasi risorsa sia necessaria a portare conforto alle popolazioni terremotate».

«Uomini e mezzi della Protezione civile bergamasca sono pronti a partire entro stasera - precisa l'assessore Carrara -. Già dalle 9 di questa mattina abbiamo preallertato la colonna mobile provinciale, in particolare i moduli di: Assistenza alla popolazione, Telecomunicazioni, Dissesto idro-geologico, Soccorso alluvionati e, considerata l'alta presenza di persone disperse, il modulo cinofili».

Sempre da martedì sera saranno operativi due campi in provincia di Mantova, uno allestito da Regione Lombardia a Mogli, l'altro dalle Province di Bergamo, Cremona, Brescia e Milano a San Giacomo delle Segnate. In Emilia sono già presenti 20 volontari alpini dell'Ana bergamasca e 15 dell'Anpas, attivati da Regione Lombardia nell'ambito della colonna mobile regionale.

r.clemente

© riproduzione riservata