Venerdì 08 Giugno 2012

La guardia medica estiva:
in Bergamasca 36 le località

Sono 36 in Bergamasca le località turistiche in cui è stato autorizzato dalla Regione il servizio di assistenza sanitaria stagionale per l'estate 2012. Sette Asl lombarde interessate, un totale di 115 località, quasi 20.000 ore di assistenza medica di base garantita.

Sono i numeri del servizio approvato dalla giunta regionale, su proposta dell'assessore alla Sanità Luciano Bresciani. Le Asl di Bergamo, Brescia, Como, Lecco, Pavia, Sondrio e della Valcamonica sono quindi autorizzate a predisporre per il periodo estivo questa modalità primaria di assistenza medica in tutte quelle località dove la presenza turistica è particolarmente significativa in rapporto alla popolazione residente.

A garantire tutte le prestazioni mediche tipiche dei medici di medicina generale saranno chiamati i medici di base convenzionati e, se non risulteranno in numero adeguato, le Asl potranno avvalersi della collaborazione anche dei medici di continuità assistenziale.

Tutti avranno come compito quello di eseguire visite ambulatoriali e domiciliari, interventi di pronto soccorso, rilascio di prescrizioni farmaceutiche e certificati di malattia, proposte di ricovero. Il servizio sarà attivo tutti i giorni della settimana (comprese le domeniche e i festivi).

«Come tutti gli anni, con questo provvedimento - commenta Bresciani - siamo in grado di garantire a tutti coloro che si trovano in vacanza in piccole località di villeggiatura lontane dalla propria residenza, i servizi sanitari essenziali. Chi decide quindi di trascorrere le ferie estive sulle nostre montagne o sui nostri laghi avrà la tranquillità di sapere che l'assistenza medica è assicurata sette giorni su sette». 

Per l'estate 2012 il servizio è stato autorizzato per le seguenti località:
- 36 dell'Asl di Bergamo (Bossico, Lovere, Solto Collina, Ardesio, Bratto, Dorga, Castione, Cerete, Clusone, Colere, Fino del Monte, Gorno, Gromo, Onere, Parre, Premolo, Rovetta, Schilpario, Songavazzo, Valbondione, Vilminore, Branzi, Piazza Brembana, Piazzatorre, San Pellegrino Terme, Serina, Rota Imagna, Locatello, Berbenno, Fuipiano, Brumano, Corna Imagna, Roncola S. Bernardo, Costa Imagna, S. Omobono Terme, Selvino);
 
- 15 dell'Asl di Brescia (Limone, Tremosine, Tignale, Gargnano, Toscolano Maderno, Salò, Manerba, Desenzano, Sirmione, Idro, Bagolino, Ponte Caffaro, Iseo, Marone, Zone);

- 17 dell'Asl Valcamonica (Cevo, Saviore, Ossimo, Lozio, Edolo, Corteno Golgi, Temù, Vezza d'Oglio, Vione, Ponte di Legno, Tonale, Pisogne, Montecampione, Angolo Terme, Boario Terme, Borno, Aprica località San Pietro);
 
- 16 dell'Asl di Como (Barni, Caglio, Canzo, Civenna, Magreglio, Sormano, Valbrona, Bellagio, Domaso, Dongo, Lanzo Intelvi, Menaggio, Ossuccio, Porlezza, San Fedele Intelvi, Tremezzo);
 
- 15 dell'Asl di Lecco (Abbadia Lariana, Ballabio, Barzio, Bellano, Casargo, Carenno, Cremeno, Colico, Esino Lario, Introbio, Lierna, Moggio, Oliveto Lario, località Piani
Resinelli, Varenna);  

- 5 dell'Asl di Pavia (Salice Terme, Rivanazzano, Brallo di Pregola, località Pietragavina del Comune di Varzi, località Pian del Poggio del Comune di Santa Margherita Staffora);
 
- 11 dell'Asl di Sondrio (Livigno, Bormio, Valfurva, Valdidentro, Aprica, Teglio, Chiesa Valmalenco, Caspoggio, Lanzada, Madesimo, Campodolcino).

r.clemente

© riproduzione riservata