La Lapponia ritrova Ginger:
amico a 4 zampe di Bergamo

Sta commuovendo l'Italia la storia di Luisa Trojanis, 41 anni, che da Chiusi ha coordinato a 4.000 km di distanza un'impresa disperata: ritrovare Ginger, un Husky. Trojanis collabora con Marco Mauri della Monwatch, la casa di orologeria bergamasca.

La Lapponia ritrova Ginger: amico a 4 zampe di Bergamo

Sta commuovendo l'Italia la storia, pubblicata da molti siti e quotidiani, di Luisa Trojanis, 41 anni, che da Chiusi (Siena) - dove è rientrata da qualche settimana per un periodo in famiglia - ha coordinato a 4.000 mila chilometri di distanza un'impresa che appariva quasi disperata: ritrovare Ginger, un Husky siberiano dagli occhi di ghiaccio, da quattro anni compagno di vita e di avventura nella fredda Lapponia.

Paladina degli interessi dei Lapponi (Sami) aveva iniziato nei mesi scorsi una collaborazione con Marco Mauri il patron della Monwatch, la casa di orologeria bergamasca.

“Attraverso mail e skype – racconta Mauri – ci siamo tenuti in contatto in queste settimane: io ho cercato di rincuorare Luisa perché, avendo anch'io vissuto anni fa un'esperienza simile (il mio cane rientrò dopo 2 anni): le ho sempre ripetuto che se lei sentiva che il cane era ancora vivo, sicuramente sarebbe tornato. E' così è stato”.

Alla fine Ginger è tornato a casa: l'hanno avvistato da lontano tornare trionfante in mezzo alle renne, come un capo branco, sporco di fango ma felice di aver finalmente trovato la sua strada.

© RIPRODUZIONE RISERVATA