Ricoverato l'anziano aggredito
Già catturato il tossicomane

È stato arrestato dagli agenti della squadra Mobile della questura il tossicomane che venerdì ha picchiato e rapinato un pensionato di 92 anni che abita in città, prendendolo per il collo e sferrandogli pugni in faccia e sulla testa.

Ricoverato l'anziano aggredito Già catturato il tossicomane

È stato arrestato dagli agenti della squadra Mobile della questura il tossicomane che venerdì ha picchiato e rapinato un pensionato di 92 anni che abita in città, prendendolo per il collo e sferrandogli pugni in faccia e sulla testa.

Un'aggressione molto violenta che è costata all'anziano, tuttora ricoverato agli Ospedali Riuniti, quaranta giorni di prognosi per un ematoma al cervello e lesioni al volto. I figli del pensionato precisano, però, che l'autore del violento pestaggio non è un nipote diretto, ma un lontano parente del pensionato: «Non è uno dei nostri figli ma un pronipote, parente di terzo grado, che avrà visto sì e no dieci volte in vita sua».

S'è fatto aprire, è andato in camera da letto e ha preso una scatoletta che conteneva due anelli. A quel punto l'anziano gli ha chiesto cosa stesse facendo, e lui lo ha aggredito. Le condizioni del pensionato sono serie: il trentunenne ha infierito su di lui senza pietà, tanto da renderne necessario il ricovero.

Leggi tutto su L'Eco di Bergamo del 2 luglio

© RIPRODUZIONE RISERVATA