Lunedì 02 Luglio 2012

Sms e telefonate all'estero
In vigore tariffe più leggere

Chiamare e ricevere telefonate, inviare sms e navigare su internet su rete mobile mentre si è in roaming (sotto il segnale di un altro operatore mobile) da ieri in Europa costa meno.

Da domenica sono infatti entrati in vigore i nuovi limiti tariffari per chi usa cellulari, smartphone e tablet anche all'estero, nei Paesi dell'Unione europea.

Fino a luglio 2009, con molti operatori, scaricare dati costava 4 euro per megabyte, ma con le nuove regole questi prezzi diminuiranno di circa sei volte. Ora con l'introduzione dei nuovi tetti, il costo del traffico dati non potrà superare i 70 centesimi a megabyte (Mb), iva esclusa, per scaricare dati o consultare internet all'estero (addebitati per Kb utilizzato). Le misure sono le prime di una serie per ridurre progressivamente i limiti tariffari e che porteranno il costo del Mb a 45 centesimi fra un anno e a 20 centesimi il primo luglio 2014.

TARIFFE PER CHI TELEFONA
Le chiamate vocali in uscita non potranno superare i 29 centesimi al minuto (Iva esclusa), i 24 dal 2013 e i 19 centesimi dal 2014, contro l'attuale soglia massima di 30 centesimi. Le telefonate ricevute passeranno dagli attuali 11 centesimi al minuto a 8 (Iva esclusa), poi a 7 tra un anno e a 5 tra due.

SMS
Per gli sms, i costi scenderanno dagli 11 centesimi di adesso a 9 (Iva esclusa) a luglio, poi a 8 nel luglio 2013 e a 6 a luglio del 2014.

AVVISI
Dal primo luglio 2012 le persone che viaggeranno al di fuori dell'Unione europea riceveranno un avvertimento tramite sms, e-mail o finestra pop-up quando la loro spesa si avvicinerà ai 50 euro o al loro limite preventivato di trasferimento dati. Gli utenti dovranno quindi confermare che accettano di superare tale limite per poter continuare ad usare il roaming di dati.

e.roncalli

© riproduzione riservata