Venerdì 20 Luglio 2012

Ai Riuniti l'ecografo portatile:
dono degli Amici della pediatria

Consentirà di eseguire al letto dei piccoli pazienti ecografie ed esami bioptici eco guidati, con minore disagio per i bambini ricoverati. È stato consegnato venerdì mattina nella sala consiliare di Largo Barozzi l'ecografo che l'Associazione Amici della pediatria Onlus ha donato agli Ospedali Riuniti, grazie alla generosità di Solarfast srl, Tenaris Dalmine spa, Radici Group spa, CMS Industries spa, Brembo spa e Fondazione Italcementi.
 
Il direttore sanitario Laura Chiappa ha introdotto l'incontro sottolineando la sussidiarietà quale valore aggiunto derivante dalla collaborazione con le associazioni: «Un valore che va oltre i fattori economici in gioco, perché l'impegno, la generosità, il sorriso dei nostri volontari e tutto quello che fanno per i piccoli pazienti in termini di umanizzazione delle cure non potremo mai acquistarlo».  

Il direttore amministrativo Peter Assembergs ha ribadito il legame con il territorio e con il tessuto economico e sociale bergamasco come motore di molte iniziative dell'azienda ospedaliera, nel campo della ricerca e della formazione, oltre che della cura.

Lorenzo D'Antiga, responsabile della Pediatria, ha illustrato le caratteristiche tecniche dell'ecografo, altamente tecnologico e in grado di eseguire indagini ecografiche e doppler, ma anche agile grazie al carrello in grado di arrivare al letto del paziente e di trasferire in dati attraverso una parte mobile.

A proposito di questa nuova tappa nella lunga e proficua collaborazione tra azienda ospedaliera e Amici della Pediatria, Milena Lazzaroni, presidente dell'Associazione, ha commentato: «Siamo davvero molto lieti di aver potuto, grazie alla generosità di queste grandi aziende bergamasche,  realizzare questo progetto; ogni giorno, ormai da 22 anni, siamo impegnati a sostegno e ad integrazione dell'Ente pubblico per migliorare l'assistenza ai bambini malati e il supporto alle loro famiglie. L'ecografo donato al reparto permetterà di eseguire l'esame direttamente nella stanza di degenza del piccolo degente, senza dover creare ansie e paure per gli spostamenti in altri reparti della struttura. Grazie davvero all'estrema generosità dei sostenitori che quotidianamente ci aiutano, dandoci fiducia, a portare avanti i nostri progetti in sinergia e in collaborazione con l'ente ospedaliero e gli operatori sanitari, per raggiungere un grado di umanizzazione sempre più alto».


La donazione è frutto di un'importante campagna di sensibilizzazione che ha visto coinvolte alcune grandi aziende bergamasche, anche attraverso iniziative dedicate. Unanime da parte dei loro rappresentanti la soddisfazione per l'obiettivo raggiunto e l'impegno a darsi nuovi traguardi in futuro.

Nicola Scandella ha sottolineato l'impegno di Solarfast srl, giovane società bergamasca, a favore del territorio. Lo stesso impegno portato avanti da Tenaris Dalmine, come ha ribadito Luca Zanotti: “Operare con i nostri stakeholders è per un'azienda globale come la nostra, parte della politica industriale e siamo lieti di aver aderito alla proposta di altissimo valore degli Amici della Pediatria”.

Luciana Radici ha voluto confermare il proprio personale impegno e quello di Radici Group spa a favore della Pediatria, mentre Davide Masnada per CMS Industries si è impegnato a diffondere le attività dell'Associazione nell'ambito imprenditoriale: “Oggi siamo in molti, ma sarebbe bello che molti di più aderissero a queste iniziative”.

Thanai Bernardini, che ha rappresentato la famiglia Bombassei, ha sottolineato come un'azienda come Brembo spa, presente in tutto il mondo, mantenga forti radici sul territorio. Infine per la Fondazione Italcementi, Federica Reginato ha evidenziato l'importanza di iniziative a favore dei bambini di oggi, che saranno gli uomini del futuro.

La donazione dell'ecografo si aggiunge a quella di un radiografo di nuova generazione da parte di Techinx, l'azienda bergamasca che lo ha brevettato. L'apparecchiatura, in dotazione ai Riuniti dalla fine dello scorso anno, è in grado di eseguire radiografie emettendo una dose minore di raggi x, con ridotti effetti collaterali sui bambini.

Tra gli altri progetti che vedono gli Amici della Pediatria collaborare con gli Ospedali Riuniti ricordiamo Giocamico, al via da quest'anno in collaborazione anche con l'associazione L'Orizzonte di Lorenzo, che accompagna i bambini durante il percorso di cura, spiegando in maniera divertente in che cosa consistono gli esami e gli interventi a cui devono sottoporsi.

r.clemente

© riproduzione riservata