Martedì 28 Agosto 2012

Tentorio a Percassi e Cividini:
lavoriamo insieme per lo stadio

La chiamata è partita. ll sindaco Franco Tentorio ha chiesto a Paolo Cividini e Antonio Percassi la disponibilità alla creazione di un tavolo di lavoro in Comune sul Parco dello Sport. Palafrizzoni tenta di ricomporre la joint venture, dopo che il passo in avanti dei giorni scorsi del gruppo Cividini aveva portato allo smarcamento del patron dell'Atalanta.

L'ipotesi avanzata (il 3 agosto scorso) dal solo gruppo Gross center di Cividini è la realizzazione per lotti del Parco dello sport a Grumello al Piano, con lo spostamento a Nord (tra l'asse interurbano e la ferrovia per Treviglio) del Palazzetto dello sport, inizialmente previsto al centro dell'area, accanto al nuovo stadio.

La proposta di variante al Piano di governo del territorio - che prevede tre «Umi» (Unità minime d'intervento) indipendenti l'una dall'altra, anche dal punto di vista del cronoprogramma - non ha per ora trovato il «contributo» del gruppo Percassi. Il sindaco - in una lettera a «L'Eco» - ha già spiegato che il Parco dello sport resta nel programma del centrodestra ma che, per ammissione degli stessi proponenti, appare irrealizzabile il maxiprogetto iniziale di Percassi-Cividini da 250 milioni di euro. Ecco così che si fa largo la strada dello «spezzatino», ovvero degli interventi divisi.

«Il progetto si può anche fare per lotti - conferma Tentorio - ma deve essere condiviso chi fa il primo e chi fa il secondo lotto, cosa prevede il primo e cosa prevede il secondo. È indispensabile la condivisione del progetto, se piace. Per questo ho chiesto a Cividini e a Percassi, tramite i loro tecnici, la disponibilità concreta a un tavolo di lavoro in Comune».

Leggi di più su L'Eco di martedì 28 agosto

m.sanfilippo

© riproduzione riservata