Lunedì 17 Settembre 2012

Università degli anziani, nuovi corsi
Al via la 19esima edizione

Si apre il diciannovesimo anno di attività di Terza Università di Bergamo e, come tradizione, l'avvio del nuovo ciclo «accademico» è celebrato da una festa per nuovi e vecchi corsisti, in programma martedì 18 settembre, alle ore 15.30, nella sala Lombardia dell'Asl Bergamo, in via Gallicciolli 4.

Nell'occasione, Liliana Bozzetto e Nicoletta Gabbrielli dell'associazione illustreranno le ultime novità prima dell'inizio delle lezioni. È previsto anche un saluto istituzionale del direttore generale dell'Asl di Bergamo, Mara Azzi. A seguire, si terrà una lezione d'apertura a cura di Osvaldo Roncelli sugli anni Settanta, tra arte, memoria e storia con l'opera di Enrico Baj «I funerali dell'anarchico Pinelli».

Ripartono, così, le attività dell'associazione culturale no profit, legata alla Cgil e nata nel 1994, che si rivolge alle pensionate e ai pensionati: dei 183 corsi che Terza Università ha attivato per l'anno accademico 2012/2013, 66 si svolgeranno a Bergamo (oltre a 31 presso Sportpiù BG e Curno), 75 in Provincia (oltre a 11 presso Sportpiù Cenate e Centro Sportivo di Rovetta) in una trentina di Comuni. Saranno coinvolti 72 docenti, a cui vanno aggiunti gli istruttori di Sportpiù e gli insegnanti di informatica dei CFP della provincia.

Ecco di seguito l'elenco dei Comuni coinvolti: Albino, Almè, Almenno San Salvatore, Alzano Lombardo, Carvico, Cenate Sotto, Cividate al Piano, Clusone, Covo, Curno, Dalmine, Media Valle Seriana (Colzate, Fiorano, Vertova), Martinengo, Mozzo, Palosco, Parre, Ponte Nossa, Ponte San Pietro, Premolo, Romano di Lombardia, Rovetta, Sant'Omobono Terme, Sotto il Monte, Trescore Balneario, Treviglio, Valle Brembana (San Giovanni Bianco, Piazza Brembana), Val Gandino (Casnigo, Gandino, Cazzano), Villa d'Adda. COn una specifica: nei corsi di Terza Università non ci sono né esami, né diplomi, né attestati ma solo il piacere della conoscenza.

Per partecipare alle attività si deve sottoscrivere una tessera associativa che garantisce, tra l'altro, la copertura assicurativa contro il rischio infortuni durante le attività. I corsi sono costituiti, in generale, da 10 incontri di due ore e un quarto ciascuno, hanno cadenza settimanale e si svolgono il pomeriggio. A Bergamo viene realizzato anche un nutrito programma il mattino, solitamente con una durata più breve (da sei a otto incontri).

Ecco alcuni esempi di lezioni che verranno attivate:
In città
- Un viaggio nel tempo lungo milioni di anni, Esperti del Museo di Scienze Naturali, ogni martedì da settembre
- La storia di Bergamo attraverso i suoi musei, Giovanni Dal Covolo, ogni mercoledì da settembre
- Appuntamenti d'arte tra Bergamo alta e i borghi, Daniela Mancia Viviani, ogni mercoledì da marzo.
- Il cervello questo ”sconosciuto” (o quasi), Letizia Cervo, ogni martedì da dicembre
- Darwin e la teoria dell'evoluzione: storia e attualità, Federico Mangili, ogni mercoledì da marzo

In Provincia
- Bergamo e la sua storia
Ermanno Arrigoni, ogni mercoledì da ottobre a Sant'Omobono Terme Saranno organizzati numerosi corsi che avranno al centro il Novecento: dal punto di vista letterario («Il '900 nelle pagine dei grandi narratori italiani» di Alessandra Limonta) da quello della storia dell'arte («Fra avanguardie e ripensamenti: la prima metà del '900 italiano» di M. E Notari Nardari e «Arte del ‘900 e oltre» di Rosa Chiumeo). Infine da una prospettiva tutta musicale con «Il Novecento storico: da Debussy a Shostakovich» con Michele Guadalupi.
- Lo sguardo dell'antropologo su di noi, Lina Quirci, ogni giovedì da febbraio, Almenno San Salvatore
- Alla scoperta della natura Giambattista Moroni, ogni giovedì da marzo, Premolo
- Dove va la scienza? Vittorio Erbetta, ogni mercoledì da marzo, Trescore Balneario.

fa.tinaglia

© riproduzione riservata