Sabato 22 Settembre 2012

Apertura nuovo ospedale, Sola:
«Regione, poche idee e confuse»

«La telenovela sull'apertura del nuovo ospedale di Bergamo prosegue all'insegna del caos»: è quanto denuncia il consigliere regionale dell'Italia dei Valori, Gabriele Sola. «Regione Lombardia conferma di avere poche idee e ben confuse, visto che tre diversi esponenti del Pirellone hanno espresso altrettante differenti previsioni. Apprendiamo dalla stampa che Formigoni "ci mette la faccia" sulla data del 31 dicembre; il direttore generale di Infrastrutture Lombarde, Rognoni, ipotizza lo slittamento di una settimana mentre ancora pochi giorni or sono l'assessore Bresciani spergiurava sul 22 ottobre».

«Mi pare che i nostri timori e le nostre perplessità trovino ampie conferme: eravamo stati facili profeti nel denunciare il bluff di politici e manager della sanità lombarda, che tornano a distinguersi per la loro inadeguatezza. Spiace osservare, poi, che ancora una volta le risposte più verosimili arrivino a mezzo stampa e non nei luoghi deputati: non sarebbe stato più corretto dire tutta la verità settimana scorsa, in Commissione Sanità, quando l'assessore Bresciani rispose alla nostra interrogazione un minuto dopo che il "superboss" Lucchina si era dato alla fuga?».

«Il sospetto è che la confusione venga creata ad hoc per confondere le acque, già torbide, di una vicenda su cui va fatta chiarezza sino in fondo. Quanto al fatto che Formigoni affermi di "metterci la faccia", beh, non ci rassicura in alcun modo. Anzi - conclude Sola -, ci preoccupa seriamente...».

m.sanfilippo

© riproduzione riservata