Lunedì 22 Ottobre 2012

Gibelli vice della nuova Giunta
Formigoni twitta i primi nomi

Ci sono anche il presidente dell'Associazione italiana Sla, Mario Melazzini, e un docente della Bocconi, Andrea Gilardoni, nella nuova giunta di Roberto Formigoni dove è stato confermato vicepresidente il leghista Andrea Gibelli. È stato lo stesso governatore a dare un'anticipazione su Twitter mentre la lista completa verrà fornita durante una conferenza stampa solo nel pomeriggio di lunedì 22 ottobre.

Roberto Formigoni ha anticipato via twitter, all'alba, i primi tre nomi della sua nuova Giunta che lo accompagnerà fino alle elezioni anticipate. Un tecnico, Mario Melazzini, è il nuovo assessore alla Sanità, Andrea Gilardoni alle infrastrutture e mobilità; confermato, invece, il leghista Andrea Gibelli come vicepresidente con delega alle attività produttive.

Formigoni ha lavorato alla composizione della Giunta nel fine settimana: «Come promesso vi do alcune anticipazioni» ha spiegato sul social network. Il governatore lombardo si era impegnato a preparare una Giunta con la maggior parte di assessori nuovi e ridimensionata nel numero rispetto a quella precedente.

Nessun commento per ora ai primi nomi della nuova Giunta Formigoni, ma dal Pd arriva un avvertimento: «Niente scherzi, giovedì ci si dimetta» per aprire la strada delle elezioni, afferma il segretario regionale Maurizio Martina interpellato telefonicamente. «Il Consiglio Regionale - aggiunge - va assolutamente convocato per giovedì, bisogna rispettare fino in fondo gli impegni presi. Le 31 dimissioni delle opposizioni ci sono, il Pdl faccia lo stesso e rispetti la parola data».

Intanto nella mattinata Twitter è il luogo virtuale in cui si consuma uno scambio polemico a distanza fra Roberto Formigoni e Matteo Salvini. Il governatore ha replicato duramente all'ironia del segretario della Lega Lombarda sull'annuncio della Giunta via social network. «Salvini, che stai a dì? Tu ci vai a letto con Twitter», ha scritto Formigoni. Che scrivendo il cognome «Sal(vini)» ha poi aggiunto: «Ti sei scolato troppi vini». E un terzo tweet conteggia: Salvini ha scritto «28 tweet in 2 giorni». Lo scambio sta suscitando commenti ironici sulla Rete, con Salvini che ha anche aggiunto: «Noi vogliamo esserci per controllare, non è un problema di numeri». Ci sarà solo il vice presidente Gibelli? «Vedremo su Twitter - ha
scherzato Salvini in una conferenza stampa -. La Lega ha fatto alcune proposte, poi è Formigoni chi decide chi, come e perchè».

fa.tinaglia

© riproduzione riservata