Lunedì 22 Ottobre 2012

Postini sempre più ecologici:
in arrivo 400 nuovi scooter

La corrispondenza probabilmente non arriverà prima, ma la sua consegna casa per casa sarà più ecologica. A Bergamo, per i portalettere, stanno arrivando 400 nuovi scooter a minore impatto per l'ambiente. In arrivo anche 8 nuovi mezzi elettrici.

È quanto precisa un comunicato: «Poste Italiane, in linea con le direttive europee e con le norme nazionali in tema di protezione dell'ambiente, si sta impegnando per contribuire al miglioramento della qualità della vita, assumendo un comportamento socialmente responsabile. Infatti, da tempo, ha intrapreso un percorso che pone l'attenzione alla tutela dell'ambiente e a sempre più elevati standard di sicurezza sul lavoro.

In questo contesto si inseriscono i nuovi investimenti di Poste Italiane nel settore dei trasporti che coinvolgono il parco motomezzi e automezzi in dotazione ai centri di distribuzione per la consegna della corrispondenza.

I motorini consegnati in questi giorni ai postini del centro di recapito di Bergamo sono  400. Si tratta di scooter Piaggio Liberty 125 cc. a ruota alta e con motore 4 tempi Euro 3 a iniezione elettronica nella versione Delivery, specificamente sviluppata per il recapito postale, caratterizzata da attrezzature e accessori progettati per un agevole e pratico utilizzo in tale servizio.

La scelta dei nuovi scooter è il risultato dell'esperienza maturata dai portalettere nel corso del servizio. Le loro segnalazioni e i suggerimenti forniti sono stati utilizzati per migliorare le caratteristiche e la stabilità del mezzo in dotazione rispetto ai precedenti.

Inoltre entro fine anno sarà completato anche il piano di distribuzione dei nuovi mezzi ecologici elettrici.  Sono in arrivo 8 nuovi mezzi di cui saranno dotati i portalettere per la consegna della corrispondenza.

I mezzi ecologici hanno un motore elettrico per la trazione affiancato da un altro endotermico, di piccola cilindrata, che funge esclusivamente da generatore per ricaricare le batterie ed è capace di ospitare a bordo due persone.

Il mezzo, in linea con le indicazioni europee in fatto di abbattimento dei costi energetici, si inserisce nel più ampio programma Green Post, coordinato da Poste Italiane e finanziato dall'Ue, nel quadro del progetto Intelligent Energy for Europe (IEE)».

r.clemente

© riproduzione riservata