Sabato la colletta alimentare
Volontari in 200 supermercati

Torna l'appuntamento organizzato dalla Fondazione Banco Alimentare Onlus, per dare un aiuto concreto alle persone meno fortunate. Sabato 24 novembre in centinaia di punti vendita di Bergamo e provincia sarà possibile donare alimenti.

Sabato la colletta alimentare Volontari in 200 supermercati

Sabato 24 novembre, in occasione della Giornata Nazionale della Colletta Alimentare, organizzata in tutta Italia dalla Rete Banco Alimentare, in 200 supermercati di Bergamo e provincia sarà possibile acquistare prodotti a lunga conservazione, come olio, omogeneizzati, carne in scatola, che andranno ad integrare il lavoro che i Banchi di Solidarietà già svolgono durante tutto l'anno, combattendo lo spreco di cibo.

Nel 2011 questo gesto ha portato in tutta Italia al recupero di 58.390.000 kg di alimenti, pari a un valore di circa 128 milioni di euro ovvero al carico di oltre 1.700 tir. Nella sola Lombardia lo scorso anno sono state ridistribuite alle strutture caritative convenzionate oltre 12.251 tonnellate di alimenti.

I prodotti saranno raccolti all'uscita dei supermercati dai volontari, riconoscibili dalla tradizionale pettorina gialla, con la collaborazione dell'Associazione Nazionale Alpini e la Società San Vincenzo da Paoli; saranno poi ridistribuiti a tante famiglie e persone in difficoltà.

Lo scorso anno solo nella provincia di Bergamo sono state raccolte 232 tonnellate di cibo, grazie all'aiuto di circa 5 mila volontari presenti in 151 punti vendita. Gli alimenti raccolti sono stati distribuiti a 120 enti della provincia bergamasca.

«Grazie alla disponibilità di tanti volontari anche quest'anno sarà possibile contribuire con un piccolo gesto al nostro intento di dare un aiuto concreto ai poveri che abitano nel nostro Paese – ha commentato Antonella Rossi, responsabile della Colletta Alimentare per la provincia di Bergamo -.  Il successo degli anni passati ci fa riflettere su come la solidarietà anche in questo periodo di crisi non sia venuto meno tra i bergamaschi, che premiano con la propria generosità un'iniziativa che sa arrivare dove c'è veramente bisogno, dando un aiuto concreto a chi purtroppo non ha più nulla. Il mio ringraziamento va quindi a tutti i volontari, alle azienda che ci sostengono e a tutti i bergamaschi che ci saranno vicino anche quest'anno in questa iniziativa, che vuole richiamare l'attenzione sul problema della povertà e sul valore della gratuità  nella nostra società».

Il Banco di Solidarietà di Bergamo
L'attività del Banco di Solidarietà di Bergamo è il reperimento di generi alimentari, beni a lunga conservazione che vengono stoccate nei locali del nostro magazzino e successivamente distribuite agli assistiti della nostra provincia.

I nuclei familiari assistiti dal Banco di Solidarietà a Bergamo e provincia sono attualmente 350, per un numero di persone pari a circa 1800.

Circa il 40% delle famiglie assistite è monoreddito e di cittadinanza italiana; il 40% delle famiglie è costituito da extracomunitari, stabilmente insediati nel territorio con una fissa dimora. Un altro 10% è rappresentato da famiglie con persone portatrici di handicap, malattie od invalidità parziale o permanente ed infine circa il 10% è rappresentato da anziani soli che vivono con la pensione minima.

© RIPRODUZIONE RISERVATA