Mercoledì 12 Dicembre 2012

Non si rassegna alle multe
Minaccia e picchia la vigilessa

Dopo l'ultima serie di infrazioni commesse, e conseguenti multe da pagare, ha pensato bene di minacciare anche la vigilessa che lo aveva sanzionato, aggredendola e picchiandola con calci e pugni. È successo ad Azzano San Paolo e la storia ha inizio la scorsa estate.

Un uomo in sella a un motorino è stato fermato per controlli dalla vigilessa. Alla richiesta di esibire i documenti, il motociclista si è rifiutato ed è scappato, commettendo due infrazioni: a tutta velocità non ha tenuto conto di due semafori rossi a due diversi incroci e si è dileguato. Ricevuta dalla prefettura un'ordinanza di pagamento relativa alle tre violazioni commesse, l'uomo, con già in atto altri provvedimenti sospensivi per precedenti sanzioni, ha pensato bene di prendersela con l'agente.

E così lo scorso 8 novembre ha minacciato la donna mentre l'agente si trovava in servizio davanti alla scuola elementare di Azzano. A seguire, il 13 novembre l'uomo si è presentato negli uffici della polizia locale minacciando ancora la donna. Dalle minacce, l'uomo è poi passato alle percosse e lo scorso 4 dicembre, secondo quanto ricostruito e verbalizzato dai carabinieri di Stezzano, l'uomo ha atteso che la vigilessa uscisse dalla sede della polizia locale e l'ha aggredita con calci e pugni.

In soccorso dell'agente sono intervenuti i colleghi di lavoro, che hanno poi chiesto aiuto al 112. Preso in consegna dai militari, l'aggressore è stato poi denunciato e il caso è passato alla magistratura di Bergamo. La vigilessa ferita è stata trasportata in ospedale: dopo le cure è stata dimessa con una prognosi di dieci giorni.

r.clemente

© riproduzione riservata