Venerdì 11 Gennaio 2013

Formigoni: «Candidato al Senato?
Non ho ancora una risposta»

«Abbiamo condotto una battaglia politica all'interno del nostro partito, il Pdl e l'abbiamo persa». Così Roberto Formigoni, in conferenza stampa, spiega di aver perso all'interno del suo partito la battaglia per sostenere il candidato Gabriele Albertini alla guida del Pirellone.

«Le battaglie politiche si possono vincere e si posso perdere, bisogna fare solo le battaglie politiche che siamo in grado di vincere?» si chiede Formigoni, che spiega che «per evitare di consegnare al centrosinistra la guida della regione», ha scelto di continuare con il Pdl.

«Io candidato al Senato? A questa domanda non c'è ancora una risposta». Lo ha detto Roberto Formigoni in conferenza stampa, smentendo «qualsiasi trattativa» sulle candidature con il Pdl sostenendo che «deciderà il partito».

«Continuiamo a ritenere che il Pdl non dovesse consegnare la guida della regione Lombardia a un esponente della lega pur autorevole». Detto questo, occorre «proseguire in una battaglia che sarebbe diventata personalistica per Albertini e avrebbe portato alla vittoria del centrosinistra».

«Io non ho bisogno di nessuna immunità»: cosi ha risposto Formigoni a chi gli chiedeva se stia trattando col Pdl una candidatura al Senato per mettersi al riparo dalle inchieste giudiziarie. «Non ho nulla da temere - ha aggiunto in una conferenza stampa - perchè so perfettamente quello che ho fatto e quello che non ho fatto. Ove decidessi di accettare una candidatura al Parlamento, non sarebbe questo il motivo».

«La candidatura di Albertini era partita con una grandissima forza civica, è finita con l'essere una candidatura non solo politica, ma iper politicista, legittimo questo cammino ma non ci riconosciamo più».

a.ceresoli

© riproduzione riservata