Mercoledì 20 Febbraio 2013

Cade in un cantiere a Bergamo
Grave clochard a Boccaleone

Un uomo di 47 anni, probabilmente un senzatetto, è precipitato nel vano di un ascensore martedì sera a Boccaleone, all'interno del cantiere dell'ex convento delle Clarisse. Intorno alle 21, l'uomo si è introdotto nell'edificio in ristrutturazione, probabilmente per cercare un riparo dal freddo, non facendo però i conti con la scarsa visibilità dettata dal buio: è bastato che mettesse il piede là dove non doveva metterlo perché precipitasse con una rovinosa caduta di sei metri nel vano adibito all'ascensore.

Sul posto sono intervenute un'ambulanza, una squadra di vigili del fuoco e una volante della polizia di Stato. Il senzatetto è stato trasportato in ambulanza all'ospedale Humanitas Gavazzeni. Le sue condizioni, ieri sera, erano gravi ma non sembrava in pericolo di vita. Poco distante dal luogo di ritrovamento del ferito, altri senzatetto dormivano avvolti nelle coperte.

Nella zona sottostante il viadotto, nel tratto di via compreso tra il cantiere dell'ex Flamma e l'ex convento delle Clarisse, vige da tempo una situazione di degrado ai limiti della sostenibilità, soprattutto per via della presenza dei due cantieri fermi, di cui uno rifugio notturno di senzatetto, un pezzo di strada a fondo chiuso e un via vai di persone dedite ai più svariati traffici illeciti, in particolare durante le ore notturne. 

Leggi di più su L'Eco in edicola mercoledì 20 febbraio

fa.tinaglia

© riproduzione riservata