Mercoledì 20 Febbraio 2013

Rogo doloso a Caravaggio
Denunciato 35enne di Osio Sotto

Un controllo delle telecamere di tutto il paese e la testimonianza di una donna sono stati gli strumenti utili che hanno permesso ai carabinieri di Caravaggio di identificare, martedì sera, l'uomo che ha dato fuoco lunedì mattina a 4 auto di proprietà di dipendenti dell'Azienda ospedaliera di Treviglio.

Si tratta di un uomo residente a Osio Sotto, V.T., 35 anni: in cura al Cps di Caravaggio, avrebbe incendiato le vetture dei dipendenti del Centro psicosociale dove lui stesso era stato, in passato, in cura. Il gesto sarebbe riconducibile a un risentimento nei confronti del personale della struttura.

Con una tanica di benzina l'uomo aveva appiccato in pieno giorno un rogo che ha distrutto due auto parcheggiate dietro l'ospedale vecchio di Caravaggio e ne aveva danneggiate altre due vicine. Dopodiché si era dato alla fuga sotto gli occhi di una donna che però non era riuscita a vederlo in viso.

Un piromane era entrato in azione martedì mattina alle 9.30 nel piazzale Donatori di sangue: da qui si accede agli adiacenti edifici dove si trovano gli ambulatori di senologia e del Cps (centro psicosociale) dell'azienda ospedaliera di Treviglio. L'incendio è stato spento in tempi brevi dai vigili del fuoco di Treviglio e di Dalmine: in questo modo è stato evitato che le fiamme intaccassero il dismesso ospedale vecchio. L'incendio avrebbe potuto avere conseguenze ben più gravi anche perché una delle auto andate a fuoco era attrezzata con un impianto gpl, che quindi avrebbe potuto generare una esplosione.

Dai video delle telecamere, i carabinieri sono riusciti a identificare l'auto dell'uomo e successivamente anche la targa. Sono quindi risaliti al 35enne, che abita con il padre. Dopo un colloquio con gli agenti della polizia locale di Osio, sull'uomo è stato compiuto un accertamento sanitario. Il 35enne è stato successivamente accompagnato all'ospedale di Treviglio dove è stato ricoverato nel reparto di Psichiatria. Per lui una denuncia per incendio doloso e danneggiamenti a seguito di incendio.

m.sanfilippo

© riproduzione riservata