Sabato 23 Febbraio 2013

Bilancio 2012 Guardia di Finanza
Chiamate al 117 alle stelle: +500%

Il Comando provinciale della Guardia di Finanza di Bergamo ha comunicato il bilancio operativo annuale del 2012 nel quale emerge come lo scorso anno le chiamate al 117 per segnalare casi di evasione totale, di lavoro irregolare o di altri illeciti fiscali siano aumentate del 500% rispetto al 2011.

I dati sono stati presentati nella mattinata di sabato 23 febbraio dal Comandante provinciale, il colonnello Giovanni De Roma, che ha sottolineato il dato delle chiamate in continuo aumento, a dimostrazione di come il tema dell'evasione fiscale sia molto sentito dai cittadini.

Il bilancio completo si può leggere nell'allegato. Da segnalare, per quanto concerne il sommerso d'azienda, la scoperta di 117 «evasori totali», ossia completamente sconosciuti al fisco, e di 21 «evasori paratotali» (ovvero che hanno dichiarato materia imponibile inferiore al 50% di quella effettivamente prodotta).

Nel capitolo sui controlli sulla regolare emissione dello scontrino e della ricevuta fiscale, su 4.228 controlli effettuati ben 1.444 sono risultati irregolari. In pratica, nella Bergamasca quasi un scontrino su tre non è emesso con un aumento di irregolarità dal 25,85% al 31,15%.

L'attività di serizio sviluppata a contrasto degli illeciti in materia di spesa pubblica ha visto una forte intensificazione consentendo soprattutto di scopriere danni erariali per 5.554.314 euro per omessa contabilizzazione di prestazioni sanitarie con relativa segnalazione alla Procura regionale per la Lombardia della Corte dei Conti (è l'inchiesta in Procura sugli otto milioni di euro che l'Asl di Bergamo reclama da dieci strutture ospedaliere).

m.sanfilippo

© riproduzione riservata