Lunedì 25 Febbraio 2013

Monti: «Risultato soddisfacente»
Bersani: «Gestiremo le responsabilità»

Ecco i primi commenti dei politici, in ordine cronologico, dopo le uscite dei primi exit poll,il ribaltone nelle prime proiezioni e il testa a testa finale tra il centrosinistra e il centrodestra che vede Pd e Sel in vantaggio di un soffio.

BEPPE GRILLO (ore 15,25)
«L'onestà andrà di moda». È questo il primo twitter di commento degli istant poll da parte di Beppe Grillo.

GIULIO TREMONTI (ore 15,40)
«Altro che maledizione! Ci avete regalato un sogno: Monti sotto il 10%! Grazie a tutti!». Lo scrive su twitter l'ex ministro dell'Economia Giulio Tremonti commentando i primi istant poll.

ROBERTO FORMIGONI (ore 15,41)
«Si è cominciato a contare i voti da mezzora, impazzano gli instant poll. Ma è troppo presto per i commenti». È il messaggio scritto sul proprio profilo twitter dal governatore uscente della lombardia Roberto Formigoni in riferimento alle prime previsioni post voto.

IGNAZIO LA RUSSA (ore 15,58)
Anche se i primi dati «sono praticamente inesistenti, confermano comunque le impressioni che avevamo già: emerge un grande recupero del centrodestra che però non è bastato anche se è stato più che dimezzato lo scarto di un mese fa». Ha commentato così i primi instant poll l'esponente di Fratelli d'Italia Ignazio La Russa. "«ono i partiti più piccoli - ha continuato La Russa - quelli su cui rimane il dubbio. Ad esempio sul fatto che il partito di Ingroia arrivi al 4 per cento, Monti al 10 o su quanti voti prenderà Fratelli d'Italia. Sui grandi numeri è tutto piuttosto scontato».

ENRICO LETTA (ore 16,02)
«Penso che il centrosinistra si dovrà far carico di una responsabilità molto grossa». Lo ha affermato il vicesegretario del Pd Enrico Letta nel commentare i primi exit poll al Tg3. Secondo l'esponente del Pd, si stanno creando le condizioni per iniziare la fase della terza Repubblica.

ENRICO LETTA (ore 16,40)
«Se le cose stanno così, il prossimo Parlamento sarà ingovernabile. Se questo fosse lo scenario, temo che si cambia la legge elettorale e si va a votare immediatamente». Cosi' il vicesegretario del Pd, Enrico Letta al Tg3, dopo le prime proiezioni che danno il centrodestra in vantaggio al Senato della Repubblica.

ROBERTO FORMIGONI (ore 17,10)
«Ancora una volta gli exit-poll sbagliano clamorosamente. Prudenza nei commenti. Tutte le tv in tilt, non sanno che dire». È il commento del governatore uscente della Lombardia Roberto Formigoni sul proprio profilo twitter.

ANNAMARIA CANCELLIERI (ore 17,17)
«Non sono in grado di dare una lettura in chiave politica. I seggi erano accessibili a tutti, chi ha voluto ha potuto votare, non c'era un impedimento fisico». Lo ha detto il ministro dell'Interno Annamaria Cancellieri, secondo cui «il maltempo può avere scoraggiato ma non in questa percentuale di calo di votanti».

PIERO FASSINO (ore 17,32)
«Se il quadro delle proiezioni sarà confermato, è chiaro che ci troviamo in una situazione di difficile governabilità». Lo afferma alle telecamere di Sky il sindaco di Torino, Piero Fassino. «Anche questa volta - osserva - una cosa è vera: sondaggi ed exit poll fotografano una realtà che non è quella del voto. Aspettiamo quindi i dati sui voti veri, ma se il quadro attuale sarà confermato - ribadisce - vedo difficile la governabilità».

IGNAZIO LA RUSSA (ore 17,33)
«Io ho una grande personale soddisfazione: quella di vedere le facce della sinistra con lo stesso colorito giallo del 1994, quando la gioiosa macchina da guerra di Occhetto si infranse contro il muro. Sono orgoglioso della scelta di fondare Fdi». Lo afferma Ignazio La Russa a Sky Tg 24.

PIER FERDINANDO CASINI (ore 18,26)
«Non è stato sbagliato nulla perchè del senno di poi...». Pier Ferdinando Casini, leader dell'Udc, commenta le proiezioni che danno la lista Monti sul filo del 10%. «Noi avevamo detto che saremmo stati donatori di sangue dell'area Monti e lo abbiamo fatto con responsabilità». «Nella vita si vince e si perde. Abbiamo dato tutto noi stessi per un progetto di governabilità». «Onore al merito a chi ha vinto».

ROBERTO FORMIGONI (ore 19,38)
«Due cose sicure nell'incertezza dei dati: la sinistra non ha vinto, il centrodestra non è crollato. Ora occorre da tutti grande senso di responsabilità». Il governatore uscente della lombardia Roberto Formigoni continua a commentare sul proprio profilo twitter i dati che emergono nel corso dello scrutinio.

ANTONIO INGROIA (ore 19,58)
«Il nostro risultato non è affatto scarso, ma la sconfitta del centrosinistra è addebitabile al leader del Pd, che ha respinto la possibilità da me offerta di un confronto e di un'alleanza». Così Antonio Ingroia ha commentato l'insuccesso di Rivoluzione civile.

ROBERTO COTA (ore 20,22)
«Abbiamo deciso di fare un investimento su un progetto politico: alla luce di quello che probabilmente accadrà in Regione Lombardia con la vittoria di Roberto Maroni, abbiamo fatto una scelta giusta. Il progetto per noi fondamentale della Macroregione del Nord sta per prendere corpo. In Piemonte c'è stata una polarizzazione del consenso che come Lega ci ha penalizzato. È da registrare che la nostra coalizione, che al Senato era data per spacciata, sta giocando una partita a viso aperto sia in Piemonte che a livello nazionale». Lo sottolinea in una nota il segretario nazionale della Lega Nord Piemonte e presidente della Regione Piemonte Roberto Cota.

ANGELINO ALFANO (ore 20,40)
«Un risultato molto positivo, direi anche straordinario, del quale siamo molto soddisfatti». Così il segretario del Pdl Angelino Alfano commenta il risultato elettorale. «Ho sentito Berlusconi per ringraziarlo. Noi oggi crediamo di essere la maggioranza relativa al Senato. Aspettiamo con serenità i risultati della Camera».

GIANFRANCO FINI (ore 22,08)
«Per quanto ci riguarda è impossibile nascondere un risultato totalmente negativo ed è inutile recriminare. Per l'Italia temo che il peggio debba ancora venire». Lo ha ammesso il leader di Fli, Gianfranco Fini, commentando il risultato elettorale.

MARIO MONTI (ore 22,46)
«Solo domani sarà possibile una valutazione più approfondita, ma nell'ambito di questi risultati ancora incerti, Scelta Civica ottiene un risultato soddisfacente. Era stato da alcuni ipotizzato un risultato leggermente superiore, ma devo dire che io sono molto soddisfatto alla luce di alcuni elementi: anzitutto i tempi». Lo ha detto Mario Monti commentando i risultati elettorali in conferenza stampa.  «Un Governo al Paese va garantito. È prematuro immaginare qualsiasi scenario e non tocca comunque a me farlo, ma è necessario usare massima trasparenza da parte delle forze politiche, va assicurato un Governo al Paese, con trasparenza, alla luce del sole». Lo ha ribadito Monti.

NICHI VENDOLA (ore 23,30)
Spetta al Pd e a Sel «l'onere di costruire una maggioranza anche al Senato»: lo dice il leader di Sel Nichi Vendola, commentando i dati elettorali in sala stampa. «Se i dati venissero confermati il centrosinistra ha la maggioranza sia al Senato sia alla Camera e tocca a noi la resonsabilità di avanzare una proposta».

PIER LUIGI BERSANI (ore 00,02)
«Il centrosinistra ha vinto alla Camera e per numero di voti anche al Senato. È evidente a tutti che si apre una situazione delicatissima per il Paese. Gestiremo le responsabilità che queste elezioni ci hanno dato nell'interesse dell'Italia». Lo dice in una nota il segretario del Pd, Pier Luigi Bersani.

m.sanfilippo

© riproduzione riservata