Venerdì 15 Marzo 2013

È solo questione di tempo
Piccinelli andrà in Senato

Enrico Piccinelli può preparare le valigie per Roma. Non subito, ma appena Mario Mantovani sarà nominato vicepresidente della Regione (e assessore alla Sanità) per il pidiellino si spalancheranno le porte del Senato. Quindi questione davvero di giorni.

Tra le 20 Regioni a sua disposizione, Silvio Berlusconi non ha difatti optato per la Lombardia: questo, unitamente alla scelta (obbligata, le cariche sono incompatibili) di Mantovani, libera due posti per Palazzo Madama. Uno sarà appannaggio dell'ex consigliere regionale Sante Zuffada, e l'altro appunto di Piccinelli.

Brutte notizie, invece, per Marco Pagnoncelli, in lista al numero 19, appena dietro Piccinelli: il sindaco di Aulla Luigi Barani ha optato per la Lombardia e non per la Campania. Questo mette Pagnoncelli nella posizione di primo dei non eletti. Al netto della durata di questa legislatura, qualche chances di entrare in seconda battuta al Senato comunque c'è: nella scorsa legislatura Alessandra Gallone ce l'ha fatta dopo pochi mesi. Purtroppo per la scomparsa di un senatore.

Enrico Piccinelli, classe 1964, è dal 2009 assessore provinciale all'Urbanistica e Agricoltura nella Giunta Pirovano. Da fine 2001 a metà 2004 è stato assessore alla Mobilità a Palafrizzoni. Ha militato prima in Forza Italia (è stato vice dell'allora segretario Gianantonio Arnoldi) e dopo nel Pdl, dove è esponente della cosiddetta area laica. Con la sua prossima elezione al Senato, la pattuglia dei parlamentari bergamaschi di questa 17a legislatura arriverà a quota 12. Oggi a Roma sarà il primo giorno di scuola per 11, 3 al Senato e 8 alla Camera.

D. N.

a.ceresoli

© riproduzione riservata