Un lettore: Asse interurbano
Chi ha concepito questo scempio?

Un lettore: Asse interurbano Chi ha concepito questo scempio?

«Buongiorno, sono, purtroppo mio malgrado, un pendolare dell'asse interurbano. Mi piacerebbe sapere chi sono i responsabili della realizzazione o progettazione di un tale scempio! Qualcuno avrà pur sbagliato».

«È una vergogna che a rimetterci economicamente (costi sempre a carico nostro) ma soprattutto fisicamente (ore della nostra vita buttate nel traffico) oltre che psicologicamente... siano sempre i cittadini. I responsabili di tutto questo non hanno il minimo rispetto delle persone, a ciò si aggiunge una pessima gestione del problema».

«Innanzitutto una strada con un elevato passaggio di auto non doveva attendere mesi per essere riparata. Non si dovevano spendere i soldi per l'autovelox, ora sono tutti in colonna a 10 km/h. Soprattutto i lavori avrebbero dovuto essere eseguiti di notte, quando il traffico è meno intenso, o perlomeno a ciclo continuo per non gravare per altro tempo sulla pazienza degli automobilisti!».

«Aggiungiamo anche la galleria che è sempre allagata (ricordo che alle prime piogge dopo l'apertura l'avevano ribattezzata l'autolavaggio). Credo che mascherando con dei canali di raccolta l'acqua piovana abbiano solo evitato il formarsi di pozze pericolose e stalattiti di ghiaccio nel periodo freddo, ma sicuramente la struttura della volta avrà vita breve!».

«Mi auguro che voi possiate dare voce alle nostre lamentele e possiate tenere "stimolati" chi di dovere. Un'ultima annotazione, mi sembrava di aver letto che si erano aggiudicati i lavori un'impresa del Trentino eppure sull'asse vedo operare un'impresa bergamasca. Chissà perché (vedi ospedale) gli appalti vengono vinti fuori provincia e i lavori poi vengono realizzati da imprese bergamasche...».

Lettera firmata

© RIPRODUZIONE RISERVATA