Domenica 14 Aprile 2013

Parco della Trucca preso d'assalto
Ed è corsa sfrenata ai parcheggi

Prima vera giornata di primavera, parco della Trucca preso d'assalto. Quello limitrofo all'ospedale Papa Giovanni XXIII è da tempo considerato uno dei parchi più belli della città, a cui i bergamaschi sono ormai affezionati. E nel pomeriggio di sabato 13 aprile, dato il clima mite, il giorno di sole e il termometro che è arrivato a segnare i 27 gradi, sono stati in molti a godersi il primo assaggio di bel tempo nel parco di via Martin Luther King.

Giovani, famiglie, coppie e anziani: un pubblico vasto ed eterogeneo quello che ha deciso di fare una passeggiata (a piedi o in bicicletta) all'interno di uno dei polmoni verdi della città. Dell'area ristoro dell'anno scorso rimane, almeno per ora, soltanto il segno sull'erba. In mancanza della possibilità di acquistare gelati confezionati o granite (o anche semplicemente una bottiglietta d'acqua), ci si arrangia con la merenda portata da casa: sui tavoli da picnic compaiono borse della spesa e zaini con bottiglie d'acqua, panini e patatine.

E la fontanella prima del ponte del laghetto artificiale diviene rapidamente un vero punto di riferimento, almeno per dissetarsi, per i bambini che hanno affollato l'area giochi poco distante. In riva al laghetto artificiale ci sono qua e là gruppetti di ragazzi e ragazze sdraiati sulle stuoie o sui teli da mare: felpe e giacche sono a braccetto, ma pur sempre meglio portarle con sé. C'è chi fa jogging (sono in molti gli sportivi «aficionados» del parco della Trucca), chi gioca a pallone e chi utilizza le attrezzature dell'area fitness.

Tantissimi passeggiano in compagnia degli amici a quattro zampe, anche se nell'area recintata non ci sono più di trenta persone con altrettanti cani. E in mezzo al parco è un vero e proprio via vai di biciclette: niente di meglio di una sgambettata sulle due ruote per lasciarsi alle spalle le settimane contrassegnate dalla pioggia.

L'afflusso di macchine, motorini e bici è stato incessante, sin dal primo pomeriggio. I posti disponibili all'interno del parcheggio del parco sono andati rapidamente esauriti, a tal punto che sono state molte le macchine parcheggiate anche al di fuori delle linee. In molti non si sono rassegnati e hanno cercato posto vicino all'ingresso a tutti i costi, creando ingorghi,

Disco orario e strisce gialle: Palazzo Frizzoni cala la coppia d'assi anti-assedio per la Trucca. È solo il primo assalto di primavera, ma rende già bene l'idea che cosa sarà più avanti, quando le temperature diventeranno più calde. Il disco orario dovrebbe passare in Giunta mercoledì ed entrare in vigore in tempi rapidissimi. Dove? Inizialmente nel parcheggio del parco e nelle tre vie limitrofe, Galmozzi, Cavalli e Cave. Le tre strade che stanno soffrendo di più il problema parcheggio selvaggio. La sosta consentita sarà di tre ore. L'obiettivo è garantire una giusta rotazione dei parcheggi e dare respiro al quartiere che da quando ha aperto l'ospedale ha visto la situazione peggiorata.

Leggi le due pagine dedicate all'argomento su L'Eco di domenica 14 aprile

m.sanfilippo

© riproduzione riservata