Venerdì 03 Maggio 2013

Morì 150 anni fa a Olkusz
La Polonia omaggia Nullo

L'ambasciatore italiano in Polonia Riccardo Guariglia con il ministro Jaromir Sokolowski della Presidenza della repubblica polacca rendono l'omaggio a Varsavia all' "eroe di due nazioni" generale Francesco Nullo, il garibaldino morto esattamente 150 anni fa che ha lottato per l'unità d'Italia e per la libertà della Polonia.

Nullo è giunto da Bergamo a Cracovia in aprile del 1863 e guidando una Legione italo francese ha sostenuto militarmente l'insurrezione polacca contro la occupazione russa. È morto il 5 maggio 1863 in una battaglia contro l'esercito zarista vicino a Olkusz in sud della Polonia dove è anche seppellito. La sua figura per generazioni è diventata un simbolo della fraternità e amicizia fra la Polonia e l'Italia.

La cerimonia commemorativa a Varsavia si svolgerà domani in presenza della comunità italiana nella capitale polacca sotto la statua di Nullo che si trova in via Frascati nella zona del parlamento. È una statua realizzata dal artista italiano Gianni Raduzzi e regalata dalla città di Bergamo. È stata scoperta nel febbraio 1939 durante la visita del ministro degli esteri italiano di allora Galeazzo Ciano. Dopo la guerra il busto di Nullo è stato rinnovato e nuovamente scoperto nel 1983. La manifestazione commemorativa con la presenza di una delegazione di Bergamo avrà luogo il 5 maggio anche nel cimitero di Olkusz.

e.roncalli

© riproduzione riservata