Mercoledì 22 Maggio 2013

Palafrizzoni, passa il bilancio
E Chiorazzi beve. Senza bollicine

Senza bollicine, ma il brindisi si è potuto fare. Roberto Chiorazzi, consigliere Pdl, dopo la protesta inscenata lunedì perché non c'era nemmeno una brocca d'acqua sui tavoli del Consiglio comunale, ha votato il rendiconto di bilancio 2012 con il tanto desiderato cin cin.

In versione low budget (tra i banchi dell'opposizione si vociferava che nelle bottiglie d'acqua blasonate ci fosse acqua no logo, arrivata direttamente dai condotti idrici della Bas Sii) ma martedì, dopo mesi di assenza, le bottiglie d'acqua sono riapparse. Per la gioia di Roberto Chiorazzi, che dopo un battibecco con il consigliere Simone Paganoni sempre sul tema acqua, ha dichiarato tregua, o meglio, ritirata. Su spinta del capogruppo Pdl Giuseppe Petralia, Chiorazzi, in segno di pace, ha dato la mano a Paganoni.

A chiudere il caso il presidente del Consiglio Guglielmo Redondi, che ha comunicato la volontà di Chiorazzi di non volere il gettone per la seduta dove ha presenziato per pochi minuti. L'approvazione del «rendiconto dell'esercizio finanziario relativo al 2012» è passato con brindisi no gas, con voti favorevoli della maggioranza e il voto contrario dell'opposizione. Il sindaco Franco Tentorio si è detto soddisfatto degli sforzi fatti: «Il bilancio pur in una situazione molto difficile è in grado di esprimere dati positivi - commenta Tentorio -. Nonostante il crescente aumento di tagli statali per un totale di 14 milioni di euro non c'è stata un'invarianza dei servizi resi. Ci inorgoglisce che in un momento in cui in città c'è una crescente povertà, nel 2012 i servizi sociali hanno raggiunto il più alto livello da sempre. Positiva la collaborazione con Agenzia delle entrate, dalla quale sono arrivati 312 mila euro nella lotta all'evasione. Resta devastante il Patto di stabilità che ci ha sequestrato a Roma 100 milioni di euro».

Appoggio totale dal Carroccio: «La gestione del bilancio si è distinta per la virtuosità - dichiara Alberto Ribolla, capogruppo Lega Nord -. In un contesto reso difficile dalla riduzione dei trasferimenti, è stata mantenuta l'alta qualità dei servizi, con un'intensificazione in settori prioritari come i servizi sociali e la sicurezza». L'opposizione parla di immobilismo: «L'economia locale non sta andando bene, forse qualche slancio in più da parte di questa amministrazione ci vorrebbe - commenta Sergio Gandi, capogruppo Pd -. Mi riferisco alle scelte sull'avanzo di bilancio da usare per estinguere i mutui. Non capisco tutta questa fretta, in attesa di un alleggerimento non potremmo riservarci di usarli per la copertura di qualche spesa, aiutando le imprese?». «Pur considerando le difficoltà, l'azione complessiva si caratterizza da un marcato immobilismo - commenta Roberto Bruni, Patto civico -. Anche quando non serve una copertura di spesa, come il Piano urbano del traffico. È un'amministrazione assolutamente corretta per la gestione ordinaria, ma senza coraggio». Approvato anche il bilancio d'esercizio 2012 dell'Istituzione per i servizi alla persona, con l'astensione delle minoranze.

fa.tinaglia

© riproduzione riservata