Giovedì 07 Maggio 2009

Sportello unico al Comune
tutto nuovo: basta code

Addio alle code nei corridoi, agli utenti che discutono su chi è arrivato prima e su chi è arrivato dopo, alle informazioni recuperate un po’ a casaccio bussando a porte e uffici che nulla c’entrano con quelli di cui si è alla ricerca. Allo sportello unico del Comune, che riunisce i front-office dei Commercio ed Edilizia privata, la musica è cambiata. Da due giorni al primo piano di Palazzo Uffici gli utenti possono accedere ai servizi in modo del tutto nuovo: sale d’aspetto ordinate, gestione degli utenti informatizzata, suddivisione degli spazi che permette la privacy per le pratiche più delicate ed esperti a disposizione per chiarire le questioni più complesse.

«Il miglioramento che abbiamo apportato è di tipo logistico e organizzativo, per semplificare l’accesso da parte dei cittadini e garantire maggiore efficienza», ha spiegato agli esponenti della Giunta (presente il sindaco Roberto Bruni) e alla stampa il responsabile della direzione Territorio e ambiente Dario Tadè. Il nuovo sportello unico (apertura dalle 8.30 alle 12.30, da lunedì a venerdì) è stato infatti presentato mercoledì. «La presenza dei tecnici per gli approfondimenti delle pratiche permette ai cittadini di impiegare minor tempo per ottenere le risposte o per inoltrare le pratiche», ha ricordato Massimo Casanova, responsabile della divisione Gestione del territorio.

Nel progetto di rinnovo (curato da Silvana Rota della divisione Manutenzioni edilizie e realizzato dalle ditte Sonzogni di Zogno e Robergam srl di Seriate), anche una curiosità: nel momento in cui viene chiamato il numero di un utente, il sistema elettronico riconosce il servizio di cui si è fatta richiesta e indica attraverso una scia luminosa sul pavimento il percorso da seguire per rivolgersi alla giusta postazione.

«Si tratta di uno dei primi esempi in Italia», spiegano dalla Robergam, che ha seguito la parte informatica. E saranno molti a beneficiare di queste migliorie: «Solo nel 2008 – ha spiegato Tadè – sono stati 21 mila gli utenti che si sono rivolti allo sportello unico, 10.100 le pratiche esaminate, 15 mila le istanze con documenti protocollati».


m.sanfilippo

© riproduzione riservata