Giovedì 28 Maggio 2009

«Notte bianca dello Spirito»:
Caravaggio accoglie i giovani

Il santuario di Caravaggio accoglie i giovani delle diocesi della Lombardia per una vera «Notte bianca dello Spirito». Succede sabato 30 e domenica 31 maggio in occasione dell’«Agorà dei giovani». Per la manifestazione, che si muove sul tema «Fino ai confini della Terra», sono attese migliaia di persone: 10.000 gli iscritti finora, «ma è possibile farlo ancora rivolgendosi alla segreteria dell’evento» spiega don Giampaolo Rossoni, coordinatore della Pastorale giovanile della Lombardia. Sono dieci le diocesi (Cremona, Crema, Bergamo, Brescia, Lodi, Pavia, Vigevano, Como, Mantova, Milano) che si sono unite per vivere insieme questo momento al santuario di Caravaggio.

L’evento, nel giorno di Pentecoste, sarà la conclusione del triennio dell’Agorà dei giovani italiani, il cammino iniziato nel 2007 con il Papa a Loreto e proseguito nel 2008 a Sydney con la Giornata mondiale della gioventù. La manifestazione si tiene in contemporanea in ogni regione italiana, oppure a livello diocesano. Per la regione Lombardia, il compito di organizzare l’evento conclusivo dell’Agorà è stato affidato all’Odl, Oratori diocesi lombarde, che ha scelto il motto evangelico «Fino ai confini della Terra» per sottolineare l’esigenza che l’annuncio del Vangelo si declini nei linguaggi e nelle culture dei giovani di oggi. Questo il programma delle due giornate: sabato i giovani si ritroveranno alle 15 a Treviglio, sul piazzale dell’ospedale da dove, con il vicario episcopale monsignor Mario Delpini, si muoveranno in cammino verso il santuario. Dalle 18 alle 20 l’accoglienza sul palco e la festa con performance musicali, canore e teatrali. Dalle 20 alle 21 la cena al sacco, seguita dalla veglia di preghiera guidata dal cardinale Dionigi Tettamanzi, arcivescovo di Milano, con i vescovi lombardi (per partecipare è necessario munirsi di pass).

Domenica colazione dalle 5 alle 6,30. Alle 7 si reciteranno le Lodi, alle 8 la Messa, concelebrata sul piazzale maggiore del santuario dai vescovi lombardi presenti. La veglia di sabato sera e la Messa di domenica mattina saranno trasmessi in diretta televisiva da Studio 1 Tv di Treviglio e via satellite su Telepace. L’evento comporterà variazioni nell’orario delle Messe al santuario: la Messa festiva di domani sarà anticipata alle 15. Domenica in basilica sono sospese le Messe delle 7, 8 e 9: saranno sostituite dalla Messa conclusiva dell’Agorà alle 8, sul piazzale maggiore, e alla quale tutti potranno partecipare liberamente. Per consentire la celebrazione dell’evento il viale Giovanni XXIII sarà chiuso al traffico dalle 9 di domani alle 14 di domenica. La circonvallazione Giovanni Paolo II e via Beata Vergine (per Misano) saranno chiuse al traffico dalle 16 di sabato alle 10 di domenica, ora in cui riprenderanno le celebrazioni seguendo l’orario tradizionale, tranne la benedizione delle auto che sarà sospesa. Per poter meglio organizzare la propria partecipazione, già da sabato alle 16,30 sul piazzale dell’ospedale di Treviglio si potrà trovare una segreteria per le iscrizioni. Saranno inoltre attivi gli infopoint e attivo il numero verde 800.864814. Info www.chiesadimilano.it/giovani/Servizio_Giovani.

e.roncalli

© riproduzione riservata