Venerdì 12 Giugno 2009

Lombardia: nuovi medici di famiglia
665 soprattutto per le aree montane

Entreranno in servizio nelle prossime settimane 665 nuovi medici di famiglia in Lombardia: sul bollettino ufficiale della Regione è già stato pubblicato il bando che prevede l'assunzione dei professionisti nelle diverse Asl.

La decisione di aumentare il numero dei medici di base segue un accordo collettivo nazionale per la medicina generale, che prevede un rapporto ottimale di un medico ogni mille abitanti e che dà allo stesso tempo la possibilità alle regioni di stabilire, a seconda delle esigenze, un diverso rapporto (comunque non superiore a 1 ogni 1.300).

La Lombardia, proprio nei mesi scorsi, aveva firmato con i sindacati una pre-intesa in cui veniva fissato a 1/1.000 il rapporto ottimale e dove si precisava che «che ciascuna Asl può prevedere deroghe in base alle caratteristiche geografiche del territorio e alla specifica situazione socio-sanitaria».

Una volta ricevute le valutazioni dalle Asl, la Regione ha dunque stabilito di assumere 665 nuovi medici, che «andranno a lavorare prevalentemente nelle province più «svantaggiate» dal punto di vista geografico (come Bergamo, Brescia, Sondrio e Varese), dove c'è un'elevata concentrazione di zone montane».

m.sanfilippo

© riproduzione riservata