Sabato 11 Luglio 2009

Asili nido, è boom di richieste
Sono 132 i bimbi in lista d'attesa

Liste d'attesa sempre lunghe per i nidi comunali: pur aumentando negli anni i posti disponibili, infatti, le famiglie che richiedono il servizio sono sempre di più, con il risultato che una parte delle richieste rimane inevasa. Per l'anno 2009-2010 sono 132 le famiglie che al momento non dispongono di un posto per il pargoletto. La capienza dei tredici nidi comunali è in tutto di 530 posti. Le nuove domande pervenute per il prossimo anno sono 402, ma solo 270 potranno essere accolte. Il che significa che il 33% delle richieste si colloca in lista d'attesa. Eppure, negli ultimi dieci anni la disponibilità di posti nelle strutture pubbliche cittadine è cresciuta di molto: dai 336 bambini che potevano essere accolti nel 1999 (quando la lista di attesa era di 125 bambini), si è passati nel 2009 a 530 posti, ma 132 persone restano comunque escluse.

«Pur avendo duecento posti in più, ci ritroviamo con gli stessi esuberi di dieci anni fa - riassume Ferruccio Bresciani, responsabile dei Servizi per l'Infanzia di Palafrizzoni -. Questo dimostra che comunque i nostri nidi sono apprezzati e testimonia una crescita delle aspettative dei bergamaschi rispetto ai servizi pubblici». Per soddisfare almeno in parte le aspettative, «entro i prossimi due anni, grazie a progetti avviati negli scorsi anni, saranno realizzati altri 70 posti», spiega Bresciani. Sono già in corso i lavori in Borgo Palazzo, dove si avrà tra l'altro la prima esperienza di asilo nido e scuola per l'infanzia nello stesso edificio. Il cantiere chiuderà la prossima primavera, e la struttura sarà aperta a settembre 2010. Un altro intervento, in project financing, è previsto a Redona, nell'area Filati Lastex. «Questo è un servizio che l'amministrazione ritiene strategico, dal punto di vista educativo e sociale - commenta l'assessore Danilo Minuti -. Naturalmente ci sono dei problemi che affronteremo: prima di tutto quello delle liste d'attesa, ma anche il sistema delle rette sarà oggetto di studio. Infine, dove necessario metteremo in atto alcuni interveni sulle strutture».

In attesa della riapertura dei nidi, anche i mesi estivi riservano proposte di gioco e attività all'aria aperta per i più piccoli. L'associazione Giochincorso, in collaborazione con il Comune di Bergamo, propone «Giocaparco», divertimenti riservati ai bimbi da 0 a 6 anni accompagnati da un adulto. Iniziate il primo luglio, le attività nei parchi (a ingresso libero) proseguono fino al 22 agosto al Goisis di Monterosso (per la fascia 0-3 anni lunedì e giovedì dalle 10 alle 11,30, 3-6 anni martedì e venerdì dalle 17 alle 18,30), al parco Frizzoni (0-3 anni mercoledì e sabato dalle 10 alle 11,30, 3-6 anni lunedì e giovedì dalle 17 alle 18,30) e al Locatelli (0-3 anni martedì e venerdì dalle 10 alle 11,30, 3-6 anni mercoledì e sabato dalle 17 alle 18,30). Dal 3 al 22 agosto, inoltre, i nidi comunali di Longuelo e Santa Caterina saranno aperti la mattina dalle 9 alle 12 per il «Trovamici»: giochi per bimbi da 0 a 3 anni accompagnati da un adulto. Obbligatoria l'iscrizione (035.399593). Gran finale aperto a tutti il 5 settembre al parco di Redona: alle 15 è in programma l'ormai attesissima festa annuale delle ludoteche.

fa.tinaglia

© riproduzione riservata