Martedì 11 Agosto 2009

Colf e badanti, dall'Inps
tutte le info per la regolarizzazione

Aprirà il 1° settembre nella sede del sindacato in via Garibaldi lo sportello che il Patronato Inca-Cgil, in collaborazione con l'Ufficio diritti della Cgil, dedicherà alle procedure per la regolarizzazione di colf e badanti. Dal 26 agosto, inoltre, saranno attivi i numeri di telefono Cgil a cui richiedere l'appuntamento obbligatorio. I numeri sono: 035.3594490, 035.3594495 oppure 035.3594.496.

Nel frattempo l'Inps ha reso note nel documento allegato a questa notizia tutte le disposizioni in materia di legalizzazione del lavoro irregolare per attività di assistenza e di sostegno alle famiglie. Il requisito principale per accedere alla procedura di emersione è la sussistenza, al 30 giugno 2009, di un rapporto di lavoro della durata di almeno tre mesi. In altri termini bisogna verificare che il lavoratore abbia iniziato la propria attività (in nero) almeno dal 1° aprile scorso. La legge stabilisce che il datore di lavoro (italiano o straniero che sia) debba avere un reddito annuo non inferiore a 20.000 euro (o 25.000 euro per nucleo familiare composto da più soggetti conviventi percettori di reddito). La procedura prevede anche il pagamento di un contributo a forfait di 500 euro per ciascun lavoratore, da pagare prima dell'inoltro telematico della domanda.

Fino al 30 settembre sarà, inoltre, attivo il servizio di consulenza e spedizione delle domande dedicato ai datori di lavoro italiani (o anche stranieri in possesso di carta di soggiorno) che potranno, infatti, chiedere di regolare le posizioni lavorative di badanti e colf, finora in nero. Il servizio, fa sapere il sindacato, verrà assicurato anche in altre sedi Cgil della provincia oltre a quella del capoluogo (per appuntamento, in questi casi, telefonare ai numeri normali di ciascuna sede): Ponte San Pietro, Dalmine, Treviglio, Romano di Lombardia, Grumello del Monte e Gazzaniga.

fa.tinaglia

© riproduzione riservata