Lunedì 17 Agosto 2009

Stalking e lesioni personali:
boliviano finisce in carcere

Stalking e lesioni personali: sono le accuse che hanno portato in carcere un boliviano di 23 anni, regolare in Italia, operaio di professione. Secondo l'accusa nella serata fra Ferragosto e domenica avrebbe molestato e malmenato la ex moglie.

Quando la donna si è presentata ai carabinieri, è stata portata all'ospedale Bolognini dove i medici hanno accertato che aveva ecchimosi e una distorsione. La donna ha raccontato ai militari che l'ex marito l'aveva aggredita al parco di Loreto, a Bergamo, dove era in corso la festa boliviana. Inoltre nei mesi scorsi l'uomo - che era stato lasciato all'inizio dell'anno - avrebbe continuato a molestare e picchiare la donna.

Così per il 23enne, rintracciato nella sua casa di Bergamo in via Cairoli, sono scattate le manette anche per stalking: ora è nel carcere di via Gleno a Bergamo.

r.clemente

© riproduzione riservata