Mercoledì 16 Settembre 2009

All'ex Provveditorato
riapre lo Sportello genitori

All'Ufficio scolastico provinciale di Bergamo riapre lo sportello genitori: sarà operativo dal 19 settembre ogni sabato mattina. Ricominciata la scuola, spiegano dall'ex Provveditorato, anche le Associazioni di genitori riprendono la loro attività a supporto della rappresentanza. Lo Sportello genitori per i genitori si trova nei locali dell'Ufficio scolastico provinciale in via Pradello, 12. Resterà aperto ogni sabato mattina nel periodo scolastico, dalle 9.30 alle 11.30, negli spazi dell'Ufficio relazioni con il pubblico.

Si tratta di una esperienza tra le prime in Italia: viene organizzato e gestito da Age, Agesc, Cgd, Coor.Co.Ge, in collaborazione con l'ex Provveditorato e la sua esperienza è collegata a un progetto più ampio promosso dalle associazioni di rappresentanza dei genitori per la scuola del Fopags, il Forum che riunisce a livello provinciale le associazioni.

Promuove la collaborazione tra la scuola e le famiglie allo scopo di creare contesti relazionali ed educativi favorevoli al successo formativo dei bambini e dei ragazzi.

«Lo Sportello genitori per i genitori viene riproposto a grande richiesta dopo l'entrata a regime nell'anno scolastico 2008/2009 con un ottimo riscontro e la prima fase di sperimentazione avviata a febbraio 2008 – dice Luigi Roffia, dirigente dell'Ufficio scolastico provinciale di Bergamo –. Questo spazio istituzionale dei genitori costituisce un importante punto di riferimento informativo e di consulenza dei genitori per i genitori con figli a scuola. Con lo Sportello i genitori sono valorizzati come risorsa anche all'interno dell'Ufficio scolastico, in abbinamento al grande lavoro di formazione per i genitori impegnati con cariche elettive nelle scuole, cioè nei consigli di istituto e nei comitati genitori. L'alleanza scuola-famiglia rappresenta, infatti, un punto di forza irrinunciabile per migliorare la proposta educativa e formativa della scuola, perché sia più vicina ai bisogni delle famiglie e degli studenti. Ci si aspetta di intercettare bisogni, proposte, necessità anche in merito alla riforma della scuola».

Allo sportello sono presenti fisicamente genitori con una buona esperienza di rappresentanza nella scuola che si mettono a disposizione di altri genitori - spesso rappresentanti di classe, dei Comitati genitori o dei Consigli di istituto - che chiedono strumenti per una nuova e migliore partecipazione alla vita della scuola e su questo si confrontano.

Nell'allegato l'intervista a a Marilisa Zappella, referente del Coordinamento delle associazioni e dei Comitati genitori delle scuole superiori della provincia di Bergamo.

r.clemente

© riproduzione riservata