Mercoledì 07 Ottobre 2009

L'Inail di Sassari amette l'errore
Ok all'indennizzo per Soggiu

«E' stato un errore di cui ci scusiamo profondamente con i familiari». L'Inail di Sassari, cui la sede nazionale ha chiesto conto dopo che il caso era balzato all'attenzione di tutta Italia, ha rivisto la decisione di non concedere l'indennizzo alla vedova di Mario Soggiu, l'idraulico di 56 anni che morì lo scorso 15 luglio cadendo dal quinto piano di una delle sette torri del cantiere del Nuovo Ospedale di Bergamo. Contrariamente a quanto annunciato nei giorni scorsi con una lettera inviata alla moglie dell'idraulico scomparso, il risarcimento ci sarà.

Del caso, nella giornata di martedì 6 ottobre, si erano occupati anche i parlamentari bergamaschi Antonio Misiani (Pd) - con un'interpellanza al ministro del Lavoro - e Giacomo Stucchi (Lega) che ha contattato direttamente il presidente nazionale dell'Istituto, Massimo Sartori, che, a sua volta, ha contattato la sede di sassari per avere chirimento.

Dopo aver esaminato le carte, l'Inail di Sassai ha deciso di tornare sui propri passi, dando via libera all'indennizzo in questione.

fa.tinaglia

© riproduzione riservata