Venerdì 09 Ottobre 2009

Venerdì difficile per i pendolari:
«Treni in ritardo, ma belli freschi»

Venerdì difficile per i pendolari che percorrono in treno la tratta da Bergamo a Milano via Treviglio. «Chi giunge in stazione per salire sul treno delle 7.20 - racconta un nostro lettore - viene accolto dal tabellone che segnala un ritardo di 15 minuti circa. Già la cosa desta sospetti... E il treno delle 7.32 sempre per Milano via Treviglio? Partirebbe prima? Difficile da ipotizzare».

Raggiunti i binari, prosegue il racconto, dall'altoparlante viene annunciato un ritardo di 20 minuti circa per i treni diretti a Milano via Treviglio a causa di guasti sulla linea. «Si è già passati da quindici minuti a venti. E intanto il treno delle 7 è fermo in stazione, in attesa di partire. Tutti casi singolari che non lasciano ben supporre».

Arrivato il treno da Brescia «molti, fiduciosi, salgono. Alle 7.34, ben oltre i 15-20 minuti stimati viene annunciata la prossima partenza del treno delle 7».

Così è scattata la corsa al treno: «I passeggeri hanno fatto i conti e salgono sul treno, che partirà definitivamente con circa 40 minuti di ritardo per arrivare senza particolari problemi a Milano Lambrate alle 8.27, contro un orario di arrivo teorico delle 7.42».

A questo punto - si chiedono i passeggeri - che sorte sarà toccata ai pendolari rimasti sugli altri due treni fermi in stazione a Bergamo: «Altro che ritardi di 15-20 minuti».

E la cosa buffa - concludono i nostri lettori - è stata il perfetto funzionamento dell'aria condizionata, servizio che in piena estate, quando effettivamente serve, di solito viene a mancare.

r.clemente

© riproduzione riservata