Martedì 27 Ottobre 2009

«Niente via ad Impastato?
Niente vacanza a Bergamo»

Niente strada intitolata a Peppino Impastato, niente vacanza a Bergamo. È questo il senso dell'email che un lettore di Trapani ci ha inviato dopo che il Comune di Bergamo ha deciso di organizzare un concorso per gli studenti intitolato a Impastato, ma ha detto «no» all'intitolazione di una via al conduttore radiofonico siciliano divenuto famoso per le denunce dell'attività della mafia, denunce che gli costarono la vita nel 1978.

A favore di una «via Peppino Impastato, vittima della mafia» avevano votato lunedì sera a Palafrizzoni l'Idv, che aveva presentato un ordine del giorno, poi Lista Bruni, Verdi, Pd e Udc, oltre ad alcuni consiglieri della maggioranza. Altri, sindaco compreso, si erano invece astenuti. Così - dopo che è stato tra l'altro fatto notare che a Bergamo non c'è neppure una via Aldo Moro - è passata solo la proposta di intitolare una strada alle vittime di mafia.

Appresa la notizia, Gaspare da Trapani ci ha scritto questa email:

«Ho prenotato per il weekend dell'8 dicembre un soggiorno tra Bergamo e Milano approfittando dei prezzi bassi della Ryanair sulla tratta Trapani-Orio al Serio. Ma dopo la bocciatura della intitolazione della strada a Peppino Impastato, preferiamo perdere i soldi del biglietto e scegliere un'altro posto. Gaspare e famiglia».

r.clemente

© riproduzione riservata