Mercoledì 28 Ottobre 2009

La replica di Casa Pound
La memoria di Galmozzi non verrà offesa

«Capiamo perfettamente e rispettiamo lo stato d'animo dei famigliari del sindaco Galmozzi, dato il caso mediatico che è stato montato, e gonfiato a dimisura, fino a farla diventare una questione di schieramento, sopra una conferenza, che - lo ricordiamo ancora una volta - metterà in luce proprio gli aspetti più bui della destra radicale - e non - attraverso la collaborazione di due studiosi dall'opposto schieramento politico, così da garantire il necessario contraddittorio» Così Silvio Olivetti, responsabile regionale di casa pound Lombardia, in un comunicato che replica ai familiari di Ferruccio Galmozzi.

«Venerdì 30 Ottobre, nella sala Galmozzi, non sarà presentato il programma politico di CasaPound Italia, nè, tantomeno, si tenterà di riscrivere la costituzione. Rivendichiamo tuttavia, e con forza, i punti del nostro programma che sono stati citati nella lettera. Non ce ne vergognamo, ed, anzi, li riteniamo un punto di partenza più che ragionevole per affrontare lo stallo politico e sociale in cui l'Italia si trova invischiata ormai da 60 anni».

«I rancori del secolo scorso non ci riguardano. Invitiamo perciò i famigliari del sindaco Galmozzi a partecipare loro stessi alla conferenza, così da poter verificare di persona che la memoria del proprio congiunto non verrà offesa in alcun modo».

a.ceresoli

© riproduzione riservata