Giovedì 09 Aprile 2009

A Seriate la Lega andrà da sola
Ora il Pdl annuncia battaglia

A Seriate, all’indomani del comunicato della Lega Nord in cui è stato annunciato che il Carroccio si presenterà da solo alle elezioni comunali, il Pdl prende atto e annuncia che, dopo Pasqua, comunicherà il proprio candidato sindaco, le persone, il programma.

Con qualche però. Luigi Cortesi, capogruppo consiliare del neocostituito Pdl: «Noi non capiamo perché la Lega di Seriate non tenga conto di un patto siglato a livelli nazionali, regionali e provinciali. Per noi un patto è una stretta di mano e poi realizzare ciò che si è stabilito, in aderenza e conseguenza. Senza deroghe. Sennò non è un patto, o un impegno preciso, ma un’indicazione».

Cortesi e Antonino Casale, esponenti primari del Pdl Seriate, annunciano anche che «roporremo ai seriatesi un modo diverso di gestire la cosa pubblica e le necessità della nostra città».

E proprio sulla gestione leghista scoppiano le prime polemiche elettorali: il circolo del Pd ha contestato la mancata concessione per un’assemblea della sala civica alla frazione Cassinone. Il sindaco Silvana Saita ha replicato che la sala è affidata al gruppo alpini e viene concessa soltanto per «fini istituzionali».

Il percorso, ormai è chiaro, sarà in salita per tutti i cinque candidati in lizza: Santisi per la Lega, Carlo Vallenzasca per il Pd, Morgan Cortinovis per Rifondazione, Damiano Amaglio della civica «Albatro» e infine l’incognita del Pdl.

r.clemente

© riproduzione riservata