La mamma: «Addio piccolo Marco,  sei stato il nostro grande guerriero»
Denise Malvicini nella foto del suo profilo Instagram, con il piccolo Marco

La mamma: «Addio piccolo Marco,
sei stato il nostro grande guerriero»

Serviranno sessanta giorni per conoscere gli esiti delle autopsie sui corpicini di Marco e Cristian, due dei quattro bimbi morti nel giro di una settimana nel reparto di Terapia intensiva neonatale degli Spedali Civili di Brescia.

Al momento sotto inchiesta ci sono le morti di Marco – nato il 4 dicembre e i cui genitori, mamma Denise Malvicini e papà Andrea Simone Gentilini, vivono con il fratello maggiore a Costa Volpino –, Nicole e Cristian, tutti nati prematuri e che aveva occupato la stessa stanza del reparto del Civile. Martedì nel tardo pomeriggio, dopo aver atteso la conclusione dell’autopsia in ospedale a Brescia, sono rientrati nella loro abitazione di Costa Volpino. Hanno ricevuto la visita di alcuni amici e conoscenti: i loro abbracci, unica consolazione insieme ai tanti messaggi ricevuti tramite i social network. Proprio a Facebook mamma Denise aveva affidato il primo lancinante grido di dolore. Sabato sera, poche ore dopo la morte del figlioletto, lo aveva salutato così: «Il tuo piccolo cuore ha ceduto. Hai lottato fino alla fine, sei stato un grande guerriero. Sarai per sempre il nostro piccolo angioletto. Buon viaggio amore da mamma, papà e dal tuo fratello».


Approfondisci di più l’argomento acquistando a 0.99 euro la copia digitale de L’Eco di Bergamo del 9 gennaio 2019

© RIPRODUZIONE RISERVATA