Allerta maltempo fino a mercoledì La Regione: «Rischio smottamenti»

Allerta maltempo fino a mercoledì
La Regione: «Rischio smottamenti»

«Il maltempo sta intensificandosi al Nordovest, dove è allerta meteo fino a mercoledì». Lo conferma il meteorologo di 3bmeteo.com Edoardo Ferrara.

«Su Liguria e Piemonte si superano localmente già punte di 100mm - dice Ferrara -, ma nelle prossime ore ci attendiamo piogge e rovesci ancora più intensi che si protrarranno almeno fino a mercoledì pomeriggio, quando poi è attesa una parziale attenuazione dei fenomeni da Ovest. Attenzione anche alla Lombardia, dove soprattutto da martedì sera sono attese piogge forti in particolare su Alpi, Prealpi e varesotto. Nel complesso si potranno superare picchi pluviometrici anche di 200-250mm in 48 ore, mentre la neve sulle Alpi cadrà solo alle alte quote, mediamente oltre 1800-2200m. Una situazione dunque delicata sul fronte idrogeologico, con possibili criticità per allagamenti o frane».

«Mercoledì il grosso del maltempo colpirà anche Nordest e centrali tirreniche – prosegue l’esperto – con piogge particolarmente abbondanti su Trentino, alto Veneto e Friuli Venezia Giulia; attenzione particolare alla fascia prealpina tra bellunese e Carnia, dove si potranno accumulare anche 150-200mm in meno di 24 ore. Nel frattempo piogge e temporali via via più intensi interesseranno anche Toscana, Lazio, Sardegna e Campania. Saranno possibili dei nubifragi in particolare su tutto il comparto laziale, quindi anche a Roma, nonché sull’alta Campania specie casertano, con accumuli anche superiori ai 50-60mm in poche ore; rischio dunque di locali allagamenti».

«Da giovedì allerta meteo anche al Sud – avverte Ferrara – dopo i primi fenomeni sull’area jonica già entro mercoledì, sarà nei giorni successivi che il maltempo entrerà nel vivo anche sulle nostre regioni meridionali con piogge e temporali diffusi. Anche qui sarà il concreto il rischio di nubifragi o piogge particolarmente persistenti in particolare su Sicilia, Calabria (soprattutto sui versanti ionici), poi anche Basilicata e Salento. Il peggioramento interesserà inoltre il medio versante adriatico, dove tuttavia in generale le precipitazioni risulteranno più irregolarmente distribuite con spazio anche per delle schiarite».

Anche Regione Lombardia ha emesso un avviso di moderata criticità per rischio idraulico, idrogeologico e forte vento.

«Per martedì 4 novembre si confermano precipitazioni deboli diffuse su gran parte della regione, in intensificazione nel pomeriggio, anche a carattere di rovescio e temporale su Appennino e Prealpi.

Mercoledì 5 novembre, persistono precipitazioni moderate, localmente forti su Alpi e Prealpi, moderate su Appennino, da deboli a moderate sul resto della regione.
La fase acuta delle precipitazioni è attesa tra il pomeriggio di oggi e la serata di domani. Venti in intensificazione dal pomeriggio di oggi; domani da moderati a forti su gran parte della regione, in attenuazione dal pomeriggio».

«Regione Lombardia ha pertanto invitato i presidi territoriali a prestare attenzione e un’adeguata attività di sorveglianza ai possibili effetti di esondazione di corsi d’acqua, con particolare attenzione ai Comuni del reticolo idraulico nord milanese (bacini Olona - Seveso - Lambro), delle aree alpine e prealpine e del reticolo idraulico minore in concomitanza anche di rovesci più intensi, oltre al possibile riattivarsi di fenomeni franosi in zone assoggettate a tale rischio».


© RIPRODUZIONE RISERVATA