Lunedì 27 Gennaio 2014

Auto rubata e piena di refurtiva

Incastrato dalle telecamere della Ztl

Sull’auto in fuga anche arnesi da scasso.

Probabilmente non aveva fatto i conti con i sistemi di rilevazione elettronica delle targhe dei veicoli che entrano nelle Ztl cittadine. Fatto sta che un marocchino di 34 anni, domiciliato a Bergamo, è stato fermato dalla polizia locale e denunciato per ricettazione e possesso ingiustificato di arnesi da scasso.

A lui gli agenti sono arrivati perché una Citroen, che risulta rubata da tempo, viene spesso «intercettata» dalla telecamera della Ztl. di piazza Pontida.

Così la targa è stata comunicata alle pattuglie, che hanno aumentato la vigilanza nella zona. Martedì scorso l’auto è stata notata in via Palma al Vecchio, mentre viaggiava in direzione centro.

Approfittando del semaforo rosso in piazza Pontida, gli agenti hanno raggiuntoil conducente intimandoglidi fermarsi. Il marocchino però, dopo aver fatto segno di sì, scattato il verde si è dato alla fuga.

Dopo un inseguimento nelle vie del centro, in via Sylva il conducente ha perso il controllo del veicolo finendo contro un paletto collocato a riparo dei pedoni.

Il magrebino è stato bloccato: non essendo in grado di esibire alcun documento, è stato accompagnato al comando di via Coghetti e successivamente in Questura per il fotosegnalamento.

All’interno del veicolo sono stati trovati arnesi da scasso e numerosi oggetti, quali capi di abbigliamento, borse e portafogli griffati, occhiali, navigatori, lettori mp3 e cellulari per un valore complessivo di circa 4.000 euro, nonché patenti di guida e carte di identità, probabile bottino di furti messi a segno a danno di veicoli in Città e Provincia. Il tutto è stato sequestrato.

Il veicolo è stato restituito al proprietario, mentre l’immigrato è stato denunciato anche per resistenza a pubblico ufficiale e per violazioni relative al Codice della strada commesse durante la fuga.

© riproduzione riservata