Cashless City, missione compiuta E ora il 3° obiettivo: piazza Pacati smart

Cashless City, missione compiuta
E ora il 3° obiettivo: piazza Pacati smart

Dopo lo spazio coworking al Lazzaretto raggiunto anche il premio dello sportello telematico.

«Questa volta l’obiettivo era ancora più ambizioso, quindi la soddisfazione è doppia». Sono le parole di Giacomo Angeloni, assessore all’Innovazione del Comune di Bergamo, che commentail raggiungimento del secondo obiettivo Cashless City per la città: l’installazione dello sportello più vicino, una postazione totalmente computerizzata che «porterà» l’ufficio Anagrafe e Stato Civile direttamente in strada, a disposizione di ogni cittadino 24 ore su 24. Lo sportello comunale interattivo è il secondo premio che la città riceve nell’ambito del progetto Cashless City: il primo traguardo è stato lo spazio coworking al Lazzaretto, inaugurato il 30 giugno, esattamente un mese dopo averlo raggiunto. Con il contributo di tutti – consumatori, esercenti e amministratori – Bergamo corre sempre più veloce verso il futuro. «Ad oggi solo un’altra città italiana, Cesena, possiede un servizio simile – chiosa Angeloni -. A settembre il totem verrà installato, stiamo ancora decidendo dove, e sarà a disposizione di tutti».

Obiettivo raggiunto: da settembre un totem digitale offrirà i servizi Anagrafe in strada. Grazie a tutti voi che lo avete reso possibile!

Posted by Cashless City on Martedì 30 giugno 2015

La piattaforma tecnologica dello sportello interattivo sarà semplice e intuitiva, e permetterà agli utenti di svolgere qualsiasi pratica relativa ai due sportelli più “caldi” del municipio in totale autonomia, guidati dal volto e dalla voce di un assistente elettronico. Una stampante integrata consentirà di ritirare il documento richiesto direttamente sul posto. «L’unica eccezione, per motivi di legge, sarà quella della carta d’identità – spiega l’assessore -. In questo caso, al totem si potrà svolgere tutto l’iter burocratico preliminare, e fissare un appuntamento in Comune per ritirare il documento da firmare davanti al pubblico ufficiale».

Giacomo Angeloni

Giacomo Angeloni
(Foto by Maria Zanchi)

Bergamo sempre più tecnologica grazie a Cashless City: proprio martedì 1° giugno è stato consegnato alla città il primo premio, uno spazio coworking al Lazzaretto.

Il prossimo traguardo sarà trasformare piazza Pacati al Monterosso in un’isola smart dedicata a internet e alla mobilità sostenibile. «Per la città è un’occasione unica e vale davvero la pena partecipare ancora più numerosi – è l’appello dell’assessore -. Stiamo investendo molto sia sulla tecnologia che sul trasporto ciclabile, e questa è l’occasione giusta per dare il proprio contributo». Ma per riuscirci servono 655 mila transazioni da qui al 31 luglio.

Cashless City è il progetto di CartaSi, Banco Popolare, Mastercard, Ubi Banca, Visa e Pago Bancomat, in collaborazione con L’Eco di Bergamo e Comune per diminuire il numero di pagamenti in contanti a favore degli elettronici. Tutti i bergamaschi possono contribuire a conquistare e superare questo traguardo: basta collegarsi al sito di Cashless city , registrarsi e utilizzare la propria carta di pagamento elettronica nelle quotidiane transazioni. Caricando sulla relativa app la fotografia dello scontrino o della ricevuta del Pos, i singoli partecipanti accedono anche al sistema a premi giornaliero (100 euro in buoni spesa) e settimanali (500 euro). Anche gli esercenti potranno vincere, se la transazione vincente di un cliente è avvenuta proprio in quel negozio si concorrerà al premio settimanale da 500 euro. Anche in questo caso per partecipare i titolari dell’esercizio dovranno registrarsi sul sito e registrare i Pos.

© RIPRODUZIONE RISERVATA