Mercoledì 10 Marzo 2010

Cinesi fermati con un congegno
per svuotare le slot machine

Per svuotare la slot machine hanno usato un apparecchio artigianale composto da una batteria da 9 volt, un piccolo interruttore e un cavo di rame con un'estremità avvolta a spirale. Infilando la spirale nella fessura delle banconote e azionando l'interruttore, il congegno crea un'interferenza magnetica in grado di «ingannare» la macchinetta e far uscire le monete.

Tre cinesi di 26, 28 e 42 anni residenti in provincia di Modena sono stati fermati dai carabinieri lunedì al bar Coco's di via Cenisio, accanto al comando provinciale di via delle Valli. I tre sono entrati e hanno chiesto alla titolare se c'erano slot machine nel locale. La domanda ha insospettito due militari in borghese che hanno chiamato i colleghi. I carabinieri li hanno bloccati e hanno trovato l'apparecchio, così li hanno portati in caserma.

I cinesi sono stati denunciati per aver commesso un furto il 24 febbraio al Punto Snai di Ponte San Pietro: utilizzando il congegno erano riusciti a rubare 2 mila euro dal cambiamonete e da una slot machine. E' stato il titolare, chiamato dai militari, a identificarli. 

k.manenti

© riproduzione riservata