Cologno, l’unione fa il commercio E chiama i negozianti dei centri vicini

Cologno, l’unione fa il commercio
E chiama i negozianti dei centri vicini

I commercianti di Cologno al Serio chiamano a raccolta i colleghi dei paesi vicini per studiare insieme nuove strategie di promozione dei rispettivi territori.

La finalità è favorire i negozi di vicinato, che sempre più si trovano a fare i conti con la concorrenza dei grossi centri commerciali. È un vero e proprio gioco di squadra anti-crisi quello che sta mettendo in campo l’associazione «Le botteghe» guidata da Christian Maver che, alcune sere fa, nella sala civica del municipio, ha promosso un primo incontro con i presidenti e i consiglieri delle associazioni dei commercianti di altri tre Comuni: Martinengo, Urgnano e Brignano, guidate rispettivamente da Fulvio Santi, Luca Bossoni e Simone Cavalli.

Martinengo

Martinengo
(Foto by YURI COLLEONI)

Si è trattato di un primo incontro interlocutorio dal quale, però, accanto alla volontà comune di collaborare per rilanciare il tessuto commerciale dei propri paesi, si è già concretizzata una prima iniziativa: quella di organizzare corsi di formazione unificati per i commercianti dei quattro Comuni permettendo così abbattere significativamente i costi.

Urgnano

Urgnano

«Tutto è nato dalla volontà di confrontarci con alcune realtà commerciali a noi vicine – spiega la vicepresidente dell’associazione “Le Botteghe” Assunta Carrara – con le quali ci legano gli stessi problemi e le stesse necessità. Il lavoro delle piccole botteghe, infatti, è significativamente venuto meno e a questo primo incontro abbiamo tutti convenuto come fosse fondamentale unire le sinergie e scambiarci idee e proposte, per rispondere in modo più efficace alle nuove situazioni di mercato. L’obiettivo, infatti, è riuscire a far rivivere i nostri paesi con iniziative che possano portare anche una ricaduta sul tessuto economico locale e promuovere i negozi di vicinato».

Leggi di più su L’Eco di Bergamo del 4 ottobre 2014


© RIPRODUZIONE RISERVATA