Martedì 25 Marzo 2014

Da Boccaleone a Santa Caterina

Due tavoli tecnici per la sicurezza

Movida in Borgo Santa Caterina
(Foto by Frau)

Si è parlato di sicurezza lunedì pomeriggio in Prefettura. Il sindaco Franco Tentorio, accompagnato dall’assessore Massimo Bandera e dal comandante della polizia locale Virgilio Appiani, ha partecipato all’incontro del Comitato provinciale per l’ordine pubblico e la sicurezza.

Presenti all’incontro con il prefetto Francesca Ferrandino anche il presidente della Provincia Ettore Pirovano con l’assessore provinciale alla Protezione civile Fausto Carrara, il questore Dino Finolli, il comandante provinciale dei carabinieri Antonio Bandiera e il comandante provinciale della Guardia di Finanza Vincenzo Tomei.

Sul tavolo diverse questioni, a cominciare dal presidio mobile nel piazzale della stazione, garantito dai carabinieri con le altre forze dell’ordine. Una misura che era stata decisa a inizio febbraio e che è stata portata avanti in sinergia anche con la polizia locale. Il servizio di vigilanza proseguirà, sotto il coordinamento del questore, e sempre con il concorso dei vigili.

Altro tema le telecamere. La mappa predisposta dal Comune che prevede l’installazione di una cinquantina di occhi elettronici sarà al vaglio venerdì di un incontro del tavolo tecnico in Questura. Cinque telecamere sono già state messe alle Autolinee, le altre sono state previste dove sono emerse le maggiori criticità in termini di sicurezza e in base anche alle richieste che sono arrivate dai cittadini. Per esempio, verranno installate in via Quarenghi, via Bonomelli, Malpensata, Celadina, Clementina e alla Maresana, bersagliata negli ultimi mesi dai ladri.

La mappa delle nuove telecamere verrà condivisa con il tavolo tecnico che si riunirà in Questura. «Questa è la nostra proposta – rileva l’assessore Bandera –, siamo pronti a modificarla o integrarla se emergeranno altre necessità». Inoltre, nel corso dell’incontro, si è deciso che per la Clementina e Boccaleone, alle prese con l’allarme degrado, verranno costituti tavoli tecnici ad hoc in Questura con rappresentanti del Comune. «Verrà svolta un’approfondita analisi sulle situazioni di criticità per consentire al Comitato per l’ordine pubblico di adottare idonee e mirate linee di intervento», si legge nel comunicato diramato ieri al termine dell’incontro dalla Prefettura. Così come per Borgo Santa Caterina, dove la movida d’estate ha creato in passato problemi di ordine pubblico. Obiettivo: decidere misure ad hoc per garantire la quiete pubblica.

© riproduzione riservata