Dal pesce alla carne fino ai pistacchi Coldiretti e la lista nera dei cibi pericolosi

Dal pesce alla carne fino ai pistacchi
Coldiretti e la lista nera dei cibi pericolosi

Cibi pericolosi. Li definisce così Coldiretti, che ha stilato una classifica con segnalazioni di alimenti che provengono dall’estero in cui sono state rilevate più contaminazioni.

Si tratta di prodotti contaminati da residui chimici, micotossine, metalli pesanti, additivi e coloranti e Coldiretti ha stilato la lista sulla base delle rilevazioni del 2016 del Sistema di allerta rapido europeo (Rasff) che notifica e avverte in tempo reale gli Stati membri se sono stati riscontrati problemi riguardanti alcuni alimenti al fine di bloccarli alla frontiera o ritirarli dal mercato.La Turchia è il Paese con più segnalazioni, il pesce proveniente dalla Spagna l’alimento più a rischio per metalli pesanti in eccesso. Ci sono anche elementi dalla Cina, l’India, gli Stati Uniti.

La pericolosità degli altri cibi della lista si è rilevata a livello di ingredienti non autorizzati nella Ue come il caso di alcuni integratori dagli Stati Uniti, di aflatossine (considerate cancerogene) oltre i limiti nella frutta secca (arachidi dalla Cina e dagli Usa, pistacchi dall’Iran e dalla Turchia), di contaminazione microbiologica nelle carni di pollo della Polonia e dei Paesi Bassi.

Ecco la lista dei 15 cibi più pericolosi, pubblicata da Lifegate

Pesce dalla Spagna (96 notifche): metalli pesanti in eccesso (mercurio e cadmio)
Dietetici/integratori da Usa (93): ingredienti e novel food non autorizzati
Arachidi dalla Cina (60): aflatossine oltre i limiti
Peperoni dalla Turchia (56): pesticidi oltre i limiti
Pistacchi dall’Iran (56): aflatossine oltre i limiti
Fichi secchi dalla Turchia (53): aflatossine oltre i limiti
Carni di pollo dalla Polonia (53): contaminazioni microbiologiche (salmonella)
Nocciole dalla Turchia (37): aflatossine oltre i limiti
Arachidi dagli Usa (33): aflatossine oltre i limiti
Pistacchi dalla Turchia (32): aflatossine oltre i limiti
Peperoncino dall’India (31): aflatossine e salmonella oltre i limiti
Albicocche secche da Turchia (29): solfiti oltre i limiti
Noce moscata da Indonesia (25): aflatossine oltre i limiti, certificato sanitario carente
Carni di pollo dai Paesi Bassi (15): contaminazioni microbiologiche.

© RIPRODUZIONE RISERVATA