Disabili, il Tar dà ragione ai Comuni E la Provincia dovrà pagare 1 milione

Disabili, il Tar dà ragione ai Comuni
E la Provincia dovrà pagare 1 milione

Quattro pronunciamenti del Tar di Brescia sull’assistenza educativa ai disabili portano nuovi problemi alla Provincia

Il giudice, in tutti i casi, dà ragione ai Comuni ricorrenti (che avevano sostenuto negli ultimi dieci anni spese per garantire il servizio ai propri ragazzi disabili iscritti alle scuole superiori) e condanna la Provincia (che, visti i precedenti, non si era nemmeno costituita) a risarcire quei costi. Un salasso da un milione di euro.

Non è esattamente una sorpresa, dal momento che la giurisprudenza da tempo, in mancanza in Lombardia di una precisa legislazione sul tema, mette queste spese a carico delle Province.

Una sedia a rotelle

Una sedia a rotelle

Nel tempo questo ha portato ad accumulare richieste di rimborsi da parte dei Comuni, dal 2003 a oggi, per 16 milioni di euro. Un’ottantina di amministrazioni si sono per ora limitate a chiedere formalmente le somme alla Provincia, mentre 33 hanno scelto le vie legali: davanti al giudice pende così un contenzioso complessivo da 6,5 milioni di euro.

Nei giorni scorsi sono arrivati dei pronunciamenti a favore di tredici Comuni.


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 21 febbraio

© RIPRODUZIONE RISERVATA