Dopo la Francia, nuova petizione online «Si incentivi l’uso della bici al lavoro»

Dopo la Francia, nuova petizione online
«Si incentivi l’uso della bici al lavoro»

«Che il governo italiano incentivi l’uso della bicicletta al lavoro come in Francia». È questo il titolo della petizione on line su Change.org dopo il caso francese.

La Francia ha lanciato un’interessante iniziativa per promuovere la mobilità ciclabile che prevede una retribuzione per i lavoratori che scelgono di spostarsi in bici. Ora anche l’Italia ci prova.

L’incentivo per i ciclisti rientra in una serie di misure promosse dal Ministero dell’Ambiente francese per ridurre lo smog e decongestionare il traffico urbano. L’annuncio dell’indennità per i ciclisti è stato dato dal ministro dell’ecologia Ségolène Royal ieri nel corso di un intervento in tv sul canale nazionale France 2.

L’obiettivo della misura è aumentare la fetta di pendolari francesi che utilizzano la bici, attualmente ferma al 5%. I cittadini che andranno al lavoro in bicicletta riceveranno un’indennità pari a 0,25 centesimi per ogni chilometro percorso. A fine mese un ciclista che percorre mediamente 5 chilometri al giorno sulle due ruote vedrà corrispondersi la cifra di 25 euro.

«L’indennità ai lavoratori per gli spostamenti in bici verrà erogata dall’azienda che in cambio otterrà delle agevolazioni fiscali dallo Stato. La decisione del governo francese è arrivata dopo il successo di un progetto pilota lanciato lo scorso anno che ha coinvolto circa 8 mila dipendenti. L’introduzione dell’indennità ha triplicato il numero di lavoratori che usavano la bici per coprire il percorso da casa all’azienda» spiegano su Change.org.

Per incentivare ulteriormente l’utilizzo della bici, l’indennità ricevuta non verrà tassata e potrà essere detratta dal reddito imponibile nelle dichiarazioni fiscali. Le aziende potranno aderire in qualsiasi momento al programma che per il momento sarà facoltativo.

Il programma per incentivare la mobilità sostenibile prevede inoltre il rimborso di metà della spesa sostenuta dai lavoratori per l’abbonamento mensile ai mezzi pubblici. Il piano dovrebbe essere approvato entro la fine dell’autunno. Da qui la petizione online: «Matteo Renzi, Gianluca Galletti, Governo Italiano, copiamo subito questa iniziativa che stimola a diminuire il traffico legato al pendolarismo da lavoro e a migliorare la salute dei cittadini con un maggior esercizio fisico usando la bicicletta!» si legge sul sito web.


© RIPRODUZIONE RISERVATA