Fastweb «crolla», blackout internet Anche in Bergamasca problema risolto

Fastweb «crolla», blackout internet
Anche in Bergamasca problema risolto

È stata ripristinata anche in Bergamasca la navigazione e l’accesso a internet per i clienti di Fastweb. Lo segnala l’azienda.

Che precisa che «sono funzionanti per tutti i clienti privati dopo la risoluzione di alcune difficoltà di navigazione in Lombardia. Sono regolari i servizi per la pubblica amministrazione e la clientela aziendale».

Tutto era cominciato nel pomeriggio di lunedì, quando il servizio di telefonia e internet a fibra ottica e adsl ha subito rallentamenti molte zone d’Italia.

Gli utenti non ricevevano e non possono spedire email e si sono ritrovati impossibilitati a segnalare i disservizi al centro assistenza dell’azienda. Moltissimi hanno segnalato il problema vi Twitter.

Fra le zone più colpite anche Milano e Bergamo. Il problema comunque parrebbe completamente risolto, segnalano gli utenti: che in passato hanno avuto qualche difficoltà anche in Bergamasca, ma mai di questa portata.

Il comunicato ufficiale: Fastweb si scusa con chi ha subìto disagi
«Ci scusiamo per i disservizi che hanno impedito il corretto funzionamento del nostro servizio clienti di call center e del nostro sito nel tardo pomeriggio di ieri. Tali problemi, che non sono imputabili a noi direttamente in quanto dipesi da un aggiornamento software, sono stai risolti progressivamente nel corso della notte. Dalle 3 di questa mattina i servizi di call center e e del nostro sito sono infatti regolarmente in funzione.

In merito ad alcune notizie riprese da organi di stampa e website, ribadiamo fortemente che nel corso del guasto non sono mai venuti meno per gli oltre due milioni di clienti il servizio di accesso a Internet e la navigazione e ci tuteleremo in tutte le sedi opportune se qualcuno affermasse il contrario. Confermiamo inoltre che non c’e’ stato alcun disservizio per la pubblica amminstrazione e per i grandi clienti privati.

Solo un nucleo di utenti in Lombardia, circa 7000 clienti, ha avuto difficoltà di navigazione e sono stati immediatamente migrati e riprotetti su un altro server. Ci scusiamo per il disagio arrecato, abbiamo fatto tutto il possibile per ripristinare i servizi nel più breve tempo possibile e continueremo a lavorare con passione e impegno per erogare servizi di qualità ai nostri clienti che costituiscono il nostro vero patrimonio insieme alla nostra rete e all’innovazione».


© RIPRODUZIONE RISERVATA