I giovani contro l’alcol al volante Saranno le sentinelle sulla strada

I giovani contro l’alcol al volante
Saranno le sentinelle sulla strada

I giovani scendono in strada per far capire ai loro coetanei l’importanza di mettersi al volante senza aver assunto sostanze alcoliche.

L’iniziativa, chiamata «Safe driver», è promossa dall’Asl in collaborazione con polizia stradale, Croce rossa italiana, Associazione genitori Atena, Cooperativa Itaca, Rotary club centenario Dalmine, Rotaract Club città Alta, Discoteca Bolgia, con l’obiettivo sottolinea Andrea Noventa del Dipartimento delle dipendenze dell’Asl «di diminuire il numero di guidatori che lasciano i locali con alcolemia al di sopra di zero e col tempo ridurre gli incidenti alcol correlati».

Un progetto sposato con grande entusiasmo da trenta ragazzi, che dal prossimo venerdì notte, per tre settimane, andranno fuori da una discoteca (Bolgia) e sei bar (The Tucans Pub, Sant’Orsola Pub, Spazio Giovani Edoné, Café de la Paix - Bar del Polaresco, Bar Borsa e Doma), intercetteranno gruppi di persone, spiegheranno l’iniziativa e chiederanno di identificare il conducente.

Al guidatore sarà fatta una prova alcolimetrica all’ingresso e fatto indossare un braccialetto identificativo. A fine serata i guidatori designati saranno nuovamente sottoposti all’alcol test. Qualora risultasse zero, sarà consegnato un buono valido per l’ingresso gratuito o una consumazione analcolica, altrimenti si consiglierà di non mettersi al volante presentando strategie alternative, come far guidare un amico sobrio o attendere fino a che l’alcolemia non fosse scesa.

Leggi di più su L’Eco di Bergamo del 27 ottobre


© RIPRODUZIONE RISERVATA