Il Comune: via Autostrada centro abitato Legittime le multe per chi supera i 50 orari

Il Comune: via Autostrada centro abitato
Legittime le multe per chi supera i 50 orari

«Via Autostrada è centro abitato: pertanto il limite di velocità è, come stabilito dal codice della strada, di 50 km/h. Non è inoltre obbligatoria nessuna ordinanza a disciplinare tale prescrizione».

Lo comunica l’Amministrazione comunale che continua così: «Addirittura il Decreto Legislativo N. 285 del 30/04/1992 stabilisce che non esistono obblighi nel centro abitato di esporre cartelli che recano il limite di velocità a 50 km/h, considerato implicito in tutte le strade urbane e dei centri abitati. Che la strada sia di centro abitato risulta particolarmente chiaro anche solo guardando le mappe del perimetro presenti sul sito del Comune di Bergamo (guarda il pdf allegato, ndr)».

«Risulta pertanto che il limite di 50 km/h era da considerarsi vincolante e previsto già prima della realizzazione della rotonda legata al Piano di Intervento di via Autostrada. La strada è tutt’ora di proprietà della società Autostrade per l’Italia che l’ha concessa al Comune di Bergamo nel 2010 per poter far partire il cantiere. Nel 2012, ovvero dopo la realizzazione della rotonda che ha spezzato il tratto di strada in questione, sono stati posti i cartelli che ricordano il limite di 50 km/h sulla strada, nonostante non sia previsto dalla legge. Una scelta per rimarcare che la strada in questione obbedisce ai regolamenti e alle prescrizioni vigenti per i centri abitati».

«Anche nel Piano Urbano del Traffico la strada risulta essere classificata come strada di scorrimento, che, secondo il codice della strada, è strada urbana a tutti gli effetti e quindi sottoposta a limite di velocità, salvo diversa indicazione, a 50 km/h».

«Il codice della strada stabilisce infatti quanto segue: “Ai fini della sicurezza della circolazione e della tutela della vita umana la velocità massima non può superare i 130 km/h per le autostrade, i 110 km/h per le strade extraurbane principali, i 90 km/h per le strade extraurbane secondarie e per le strade extraurbane locali, ed i 50 km/h per le strade nei centri abitati, con la possibilità di elevare tale limite fino ad un massimo di 70 km/h per le strade urbane le cui caratteristiche costruttive e funzionali lo consentano, previa installazione degli appositi segnali”».

«Pertanto le sanzioni amministrative elevate dalla Polizia Locale sulla via sono tutte legittime. L’ordinanza emanata dagli uffici della mobilità del Comune di Bergamo rappresenta un atto di ulteriore chiarezza sull’area, su richiesta anche di molti cittadini, in vista anche di una prossima acquisizione definitiva della via da parte del Comune di Bergamo, che già allo stato attuale ne gestisce pulizia e manutenzione. I cartelli di 50 km/h e l’ordinanza sono ridondanti rispetto allo stato di fatto».


© RIPRODUZIONE RISERVATA