Il fuoco cova ancora sul Monte Secco
Entrano in azione le squadre da terra

Il fuoco cova ancora sul Monte Secco, in Alta Valle Seriana: cova sotto la cenere e sotto lo spesso strato di foglie. Così la soluzione individuata è quella di inviare sul posto, intorno ai 1.300 metri di quota, le squadre dei volontari antincendio.

Il fuoco cova ancora sul Monte Secco Entrano in azione le squadre da terra
Il modulo antincedio della Croce Blu Gromo e l’elicottero
(Foto di Giuliano Fronzi)

Il fuoco cova ancora sul Monte Secco, in Alta Valle Seriana: cova sotto la cenere e sotto lo spesso strato di foglie. Così la soluzione individuata è quella di inviare sul posto, intorno ai 1.300 metri di quota, le squadre dei volontari antincendio.

A loro il compito di spegnere il fuoco che cova sotto la superficie e che l’acqua lanciata da elicotteri e Canadair non potrebbe raggiungere.

Nella notte fra mercoledì e giovedì l’incendio che si era sviluppato, quasi certamente per l’azione di piromani, non si è fermato. Il tratto interessato dal rogo è stato abbastanza limitato, ma ora le cose potrebbero essere complicate dal vento.

Le raffiche, attese e indicate come probabili dai meteorologi, potrebbero far ripartire le fiamme. Per questo si è scelto di far entrare in azione le squadre che, agendo a terra, avranno la sicurezza dello spegnimento. Saliranno in quota con l’elicottero, che poi potrebbe fornire supporto con lanci mirati di acqua.

© RIPRODUZIONE RISERVATA