Mercoledì 06 Maggio 2009

Il Pdl scoglie le riserve:
ecco i 40 per il Comune

Lista per Palafrizzoni pronta, questione di ore per Via Tasso. Il Pdl sta chiudendo la partita delle candidature e dei complessi equilibri tra vecchio e nuovo (per le provinciali) e nei rapporti tra An e Forza Italia. Nei 40 in corsa per Palafrizzoni gli (ex) azzurri hanno privilegiato la strada dell'esperienza, visto che molti degli aspiranti consiglieri vantano un'esperienza recente (o appena terminata) tra i banchi. Cominciamo quindi dalle riconferme: Gianfranco Baraldi, Gianfranco Ceci, Tommaso D'Aloia e Maurizio Bonassi. Il primo e l'ultimo sono anche stati assessori della Giunta Veneziani. Dell'attuale pattuglia azzurra non si ricandidano Marcello Moro, Alberto Personeni e Guido Turconi. Tenta la permanenza anche Andrea Veneziani, passato al Pdl dopo lo scioglimento della lista che portava il nome dello zio, ex sindaco.

Poi qualche vecchia conoscenza del quinquennio 1999-2004, quando il centrodestra era maggioranza a Palafrizzoni: Raimondo D'Avanzo (per tutta la legislatura in scadenza nella scomoda posizione di primo dei non eletti), Daniela Milesi, Alfonso Suraci e Giamprieto Tomasini. In più c'è il ritorno a Palafrizzoni di Roberto Chiorazzi, assessore agli Affari generali in Provincia. Ma il Pdl lato ex Forza Italia ha pescato anche nelle Circoscrizioni: in lizza ci sono difatti il presidentissimo della 7ª Francesco Benigni e Piero Piccinelli, presidente della 1ª, più Stefano Gozo, vicepresidente della 4ª. Dal mondo dei quartieri arriva Giancarlo Barbieri (Carnovali), mentre quello giovanile è rappresentato da Carlo Di Gregorio (già coordinatore giovanile di Forza Italia e consigliere uscente della Circoscrizione 2).

In corsa ci sono anche Angelo Colombo, già primario di Patologia neonatale ai Riuniti e Giuseppe Di Giminiani, preside dell'Istituto aeronautico. La lista si completa con Adriana Bove, Simone Giudici, Stefano Lorenzi (vicecoordinatore vicario cittadino), Flavio Martinelli, Giorgio Spirito Maver, Aldo Mazzoleni, Giuseppe Petralia, Demetrio Polimeno, Antonella Rosso Di San Secondo, Giuseppe Mario Rota e Giannantonio Spotorno. Dodici invece i nomi ex An, in omaggio alla ripartizione 70 a 30 stabilita a livello nazionale: nessuna riconferma, visto che Franco Tentorio è candidato sindaco e Alessandra Gallone è al Senato, ma qualche vecchia conoscenza come gli ex consiglieri Francesco Albanese ed Enzo De Canio c'è. In corsa anche il pugile Luca Messi, i medici Roberto Keim (primario di Rianimazione al Bolognini) e Francesco Iamundo De Cumis (già ai Riuniti, ora impegnato sul fronte sindacale), l'ex direttore dell'Api Giovanni Locatelli, la vicepresidente uscente della 1ª Circoscrizione Luciana Rovaris, Daniele Zucchinali, fresco presidente provinciale dei giovani del Pdl, Cinzia Vedovati, l'architetto Cinzia Lai, Igino Nessi e Liria Danesi.

fa.tinaglia

© riproduzione riservata